Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Pordenone


ECCELLENZA - Candon: sconfitta immeritata. Barbieri: noi guerrieri

Tabellino, cronaca e interviste di Lumignacco - Cordenons, risolta allo scadere da una prodezza di Geromin. I rossoblù hanno disputato un buon match e proposto l'interessante Cordara Damasco



A.S.D. LUMIGNACCO - A.S.D. CORDENONS   0-1
Gol: al 44'  Geromin.

LUMIGNACCO: Clocchiatti, Cauto,  Cargnello, Mattielig, Nastri, Zetto, Novati, Craviari, Cordara Damasco, Ime Akam, Cuccciardi. Panchina: Ceka, Mikaila, Verrillo, Dal Zotto, Coassin, Quargnolo, Tomadini,  Barden, Gigante. Allenatore: Candon.

CORDENONS: Vizzi, Trevisan, Geromin, Rosolen, Romeo, Dipo, Tuniz, Zossi, Serrago, Mestre, Scarpa. Panchina: Cessel, Colli, Brait, Feletto, Rizzetto, Barbui, Caldarelli, Colombo, Sutto. Allenatore: Barbieri.

ARBITRO: Muccignato della sez. di Pordenone. Assistenti: Esposito della  sez. di Tolmezzo, Guze della sez. di Udine.

NOTE: recupero 3' e 5'. Ammoniti: Zetto, Mattielig, Barbui, Cargnello. Calci d'angolo 4-2 primo tempo; 4-2 secondo tempo. Spettatori 150 circa.

Il Cordenons espugna la tana dei padroni di casa e beffa il Lumignacco di misura ad un minuto dal termine su preciso calcio di punizione dal limite dell'area. Guadagna così i tre punti che valgono doppio.
Sullo storico rettangolo di gioco del comunale di Pavia di Udine il Lumignacco prova a ripartire dopo il cambio in settimana del titolare della panchina. L'avversario di turno, il Cordenons, si schiera in campo deciso a vender cara la pelle. I padroni di casa hanno una difesa inedita a causa delle defezioni per squalifica di Cossovel e Ciroi e di altri giocatori infortunati. In attacco presentano il sudamericano Cordara Damasco avendo la società avuto in tempo utile il transfert dall'Uruguay.  
Veniamo alla cronaca. Inizio di gioco a fasi alterne delle due compagini che si studiano attentamente ed imbastiscono riflettute schermaglie nel mezzo del rettangolo di gioco. Il fraseggio dei padroni di casa è vivace e perfetto, Ime Akam si scuote al 6', scambia il pallone con Craviari, e saetta appena in area area un tiro che si perde a lato. Alza il baricentro il Lumignacco e conclude sopra la traversa con Nastri che si fa trovare sempre pronto. Esce dal guscio il Cordenons che al 18' vede involarsi sulla destra Tuniz, si destreggia a dovere e lancia in centro area un ottimo assist che è preda di Clocchiatti. Al 26' ancora i rossoblù attaccano con Ime Akam che riceve da Cucciardi e sfodera un secco destro dal limite destro dell'area che si perde a lato. E' la volta degli amaranto che al 32' calciano alto da 25 metri. Siamo al 41' quando i padroni di casa attaccano dal vertice sinistro con Novati che crossa in area laddove triangolano all'unisono Ime Akam e Cordara Damasco; questi serve l'accorrente Cucciardi che calcia  prontamente di sinistro con il pallone che termina fuori di un metro.
Al 43' ancora Cucciardi crossa in area colpisce bene, di testa Cordara ed insacca eludendo la presa del portiere. Gol annullato per fuorigioco dopo che l'assistente aveva alzato la bandierina. Dunque, primo tempo con supremazia dei padroni di casa che hanno osato di più.
Seconda frazione di gioco con il Cordenons che incomincia bene quando al 4' Colombo, servito a dovere da Geromin, conclude con un tiro alto. Al 7' cross tagliente dalla sinistra di Cordara, raccoglie Zetto che invita Novati ma questi non conclude da ottima posizione. E' da rilevare l'ottima prestazione dell'amaranto Dipo che palleggia con proprietà e chiude bene i varchi agli avversari. Siamo al 13' la gara sembra accendersi con le due contendenti che lottano su ogni pallone in mezzo al campo e pigiano sull'acceleratore. Serrago dal limite dell'area calcia ma la palla si perde a lato. Forcing del Lumignacco che per dieci minuti mette alla corda gli avversari ma le conclusioni a rete non arrivano. Allora mister Barbieri ordina il 3-5-2 mettendo sapientemente la squadra in condizione di non subire più di tanto, tenuto conto che il pareggio fuori casa sarebbe un ottimo risultato.
Si giunge al 44' quando il direttore di gara accorda un calcio di punizione agli ospiti dal vertice destro dell'area. Calcia Geromin con un tiro di piede sinistro vellutato e a giro che elude la barriera e si insacca a fil di palo. Disperazione in stile "urlo di Munch" sul volto dei tifosi locali che delusi lasciano le tribune. Il vantaggio inatteso degli amaranto sortisce la reazione veemente del Lumignacco, la gara si fa spigolosa nei cinque minuti di recupero laddove il Cordenons resiste e difende bene nei contrasti rintuzzando a dovere gli attacchi un po' scoordinati  dei locali.

HANNO DETTO - "I ragazzi hanno risposto bene. La sconfitta è sicuramente immeritata ed il gol annullato non era in fuorigioco - esordisce mister Candon -. La squadra mi ha dato, in soli tre giorni risposte importanti che sono garanzia per il cammino che ci attende". Gigliotti, direttore sportivo del Lumignacco, sottolinea: "Partita tatticamente giocata bene; abbiamo concesso poco o niente agli avversari che hanno trovato il gol ad un minuto dalla fine su calcio piazzato. Momento no! Ma la squadra si è allenata bene e lavorerà ancora sodo per ottenere i frutti che oggi sono mancati per sfortuna".
Mister Barbieri del Cordenons è del parere che "La mia squadra certamente non è stata bella però ha combattuto sino alla fine del match in particolare nei contrasti e sulle seconde palle. Per noi è stata una gara importante con tre punti d'oro che valgono doppio e che sono fondamentali per il prosieguo del campionato".

Mimmo Da Silva



 


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 10/02/2019
 

Altri articoli dalla provincia...










SERIE D - Al Sandonà è tornato Soncin

Le prova tutte il Sandonà per conservare una categoria conquistata con grande ardore lo scorso anno. Dopo l’esonero di Giovanni Soncin e la guida tecnica affidata...leggi
18/04/2019









Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,04076 secondi