Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Gorizia


ECCELLENZA - Juventina bruttina, la Manzanese vince e convince

Primo tempo no per la squadra di Sepulcri, che cerca di reagire nella ripresa, riuscendoci parzialmente. Ma gli orange di Bertino si impongono per 3-1



JUVENTINA - MANZANESE 1-3
Gol: al 13' Tosone, al 19' Vuerich, al 3'st Romanelli, al 35'st Tegon.

JUVENTINA: Stergulc, Kogoj, Federico Marini, Racca, Nicola Marini, Zorzut, Romanelli, Kozuh (1'st Hribersek; dal 35'st Veljkovic), Tano (1’ st Banini), Kerpan (32'st Madonna), Fiorenzo. (12. Malusà, 13. Ormelese, 15. Innocenti, 16. Zuliani, 17. Buzzinelli). All. Nicola Sepulcri.

MANZANESE: Buiatti, Cernotto (10'st Sittaro), Zanolla, Bonilla, Tosone, Comin, Cestari (18'st Bevilacqua), Tacoli, Kuqi (28'st Marassi), Tegon (38'st D'Urso), Vuerich7 (45'st Lorenzon). (12. Bulfon. 18. Pinatti). All. Patrick Bertino.

ARBITRO: Michele Piccolo sez. Pordenone. AA1: Omar Bignucolo sez. Pordenone; AA2: Fabiola Daneluz sez. Pordenone.

NOTE – Ammoniti: 14’ Cernotto (f), 24’ Romanelli (f), 37’st N.Marini (f). Angoli: 6-3. Fuorigioco 2-3. Rec.: 2'/5'. Giornata piovigginosa con foschia. Spettatori meno di un centinaio.

GORIZIA – Belli da vedersi, gioco rapido e largo sulle fasce, pressing costante e tanta determinazione messa in campo dai boys terribili della Manzanese autori di una meritata vittoria per 3-1 sul campo di una Juventina brutta e sfilacciata nel primo tempo, riorganizzata nella ripresa ma ancora troppo arruffona.

Il primo affondo è dei goriziani con una deviazione di testa di Kozuh fuori misura, poi al 13’ Vuerich scodella nei pressi dell’area piccola un calibrato pallone da calcio piazzato dal vertice sul quale, dopo un rimbalzo, s’avventa Tosone e beffa Stergulc apparso un po’ statico. Continua a spingere la squadra orange e al 19’ da un cross da destra la battuta volante di Vuerich da dentro l’area gonfia nuovamente la rete. La Juventina appare bastonata e sbaglia tanto in fase di costruzione e nelle rare volte in cui si presenta dalle parti di Buiatti spreca, come nell’occasione di Tano a pochi metri dalla porta cercando l’angolino.

Mister Sepulcri vede qualcosa non andare e opera due cambi all’intervallo, fuori Tano e Kozuh per Banini e Hribersek. Il giovane 2000 ex Cjarlins si fa vedere subito ma è Romanelli con una stoccata dai 16 metri a rimettere in corsa i goriziani. La gara prosegue a ritmi sempre elevati con agonismo acceso e vola qualche colpo proibito non visto però dalla terna. Al 34’ Romanelli cerca il bis da calcio piazzato ma trova solo una deviazione in angolo, battuto il quale la Manzanese parte in contropiede finalizzato in rete dal diagonale chirurgico di Tegon. E’ una mazzata per la Juventina che rischia il quarto gol ma stavolta Stergulc si riscatta ribattendo la conclusione ravvicinata di Vuerich servito a conclusione di una galoppata dell’instancabile Bonilla.

L’ANGOLO DEL VAR

Arbitro: Michele Piccolo sez. Pordenone 5.5.
(AA1: Omar Bignucolo sez. Pordenone 6; AA2: Fabiola Daneluz sez. Pordenone 5.5).

Non convince del tutto la direzione all’inglese del sig. Piccolo, seppure quasi sempre coerente per tutta la gara. Alcuni interventi andavano puniti e altri anche con un provvedimento disciplinare. Adotta invece il metodo del richiamo verbale e anche ad alta voce. Non sempre supportato dai suoi assistenti.


I casi analizzati:

- 19’: è regolare i secondo gol della Manzanese. Quando parte il traversone da destra, Vuerich è dietro la linea del pallone mentre in posizione irregolare sarebbe stato Tegon ma non gioca il pallone sul quale arriva da dietro il numero 11.

- 11’st: l’AA2 Daneluz segnala a distanza a voce all’arbitro uno scambio di “cortesie” fra Zorzut e Tacoli ma il direttore di gara nemmeno prende in considerazione l'episodio.

- 16’st: Fiorenzo allarga il braccio e va a colpire la faccia di Cestari a palla lontana. Nessuno della terna vede l’episodio che resta così impunito e sarebbe stato cartellino rosso per il n.11 della Juventina. Cestari poi è dovuto uscire per sottoporsi ad accertamenti sanitari dal personale del 118.



 


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 10/02/2019
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,09248 secondi