Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Udine


UDINESE - Tre "soldati" per la salvezza

Presentati De Maio, Wilmot e Sandro. Il francese: "Ogni partita sarà decisiva." Il brasiliano: "Bisogna combattere su tutti i palloni." L'inglese: "Non ho modelli ma Sergi Busquets..."



Ci sono due difensori (Wilmot e De Maio, quest’ultimo già impiegato con la Fiorentina) e un centrocampista (Sandro): ma non è una barzelletta. Si tratta della presentazione ufficiale di tre dei cinque volti nuovi della sessione invernale di mercato dell’Udinese.

DE MAIO. “Il debutto è stato positivo, la squadra ha fatto bene e messo in pratica quello che aveva chiesto il mister - ha esordito il francese - in serie A ogni gara è diversa e non si parte mai battuti. Ce la siamo presa a cuore, come faremo a Torino. Da qui alla fine tutte le gare conteranno: ma abbiamo qualità e valori per uscire da questa situazione. Personalmente, voglio dimostrare ciò che a Bologna non mi è riuscito: ma, prima di tutto, vengono gli obbiettivi del gruppo. La salvezza? Non ce la giochiamo solo a Torino. Poi avremo Chievo e Bologna: ogni partita mette in palio punti importanti.”

SANDRO. “Sono contento di essere qua, in questa realtà che conosco da lungo tempo - ha affermato il brasiliano - so che bisogna combattere e fare punti ogni volta che si scende in campo. L’ esperienza con il Benevento mi ha fatto capire tanto: si lottava fino alla fine. Il mio stato di salute? Buono, presto sarò in grado di giocare. Come uscire dai bassifondi? Bisogna fare squadra, stare assieme, sapere che ogni singola palla è importantissima e può fare la differenza.”

WILMOT. “Per me molto è importante giocare: più minuti portano maggiori opportunità - le parole dell’ex Watford - la posizione preferita ? Centrale difensivo anche se, nonostante non abbia modelli di riferimento, uno dei giocatori che più mi piace, Sergi Busquets, gioca un po’ più avanti. Il campionato italiano? Molto bello: se giocherò, sarà più utile che fare allenamento in Inghilterra. La salvezza? Credo conti di più concentrarsi su noi stessi che preoccuparci degli altri. I tanti ex Watford? Meglio, con Okaka e Zeegelaar l’inserimento sarà più semplice. Mi interessa continuare a lavorare, tenere un buon ritmo e finire l’annata positivamente”

LA SOCIETA’. “Abbiamo preso De Maio perchè ci serviva esperienza a livello difensivo - ha precisato il responsabile dell’area tecnica, Daniele Pradè - il ragazzo è in Italia da tanti anni, ha un ‘intelligenza superiore, potrà contribuire alla crescita anche degli altri del reparto. Per Sandro parla la carriera: ci garantirà sicurante qualcosa in più a livello di personalità. Potevo prenderlo già quand’ero alla Roma, ma lui preferì il Tottenham... Wilmot? Ci piace, può giocare in più parti del campo: spero ci darà una mano in un percorso lungo.” 

Roberto Zanitti 



 

https://i.imgur.com/ZoiF7qY.jpg

https://i.imgur.com/smc3Zm1.jpg

https://i.imgur.com/RegfR4j.jpg

https://i.imgur.com/7ns9BpX.jpg


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 08/02/2019
 

Altri articoli dalla provincia...







SERIE A - L'Udinese non segna più

Tralasciando le banalità (“Mancano cinque finali”, ha sinistramente sottolineato il direttore dell’area tecnica, Daniele Pradè, facendo presagire una sofferenza...leggi
24/04/2019












Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,03899 secondi