Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Trieste


SERIE C - Triestina avanti tutta. Risolvono Mensah e Granoche

Un'altra vittoria di spessore per la squadra di Pavanel, che al Rocco stende il temibile Renate, trovando la chiave per colpire nel finale di match



U.S. TRIESTINA CALCIO 1918 – A.C. RENATE  2-0 (P.t. 0-0)
Gol: Mensah 79’, Granoche 83’

U.S. TRIESTINA CALCIO 1918 (4-2-3-1): Offredi; Formiconi (93’ Pedrazzini), Malomo, Lambrughi, Frascatore; Coletti, Maracchi (76’ Steffè); Beccaro (53’ Petrella), Procaccio (76’ Hidalgo), Mensah (93’ Gubellini); Granoche.  A disp: Boccanera, Matosevic, Libutti, Pizzul, Codromaz, Bariti, Bolis.  All. Massimo Pavanel

A.C. RENATE (3-5-2): Cincilla; Caverzasi, Teso, Saporetti; Guglielmotti (77’ Vassallo), Simonetti, Quaini (70’ Caccin), Piscopo (77’ Anghileri), Vannucci; Venitucci (58’ Rada), Gomez (58’ Spagnoli).  A disp: Tarolli, Priola, Pattarello, Finocchio, Li Gotti.  All. Aimo Diana

ARBITRO: Cascone (Nocera Inferiore – SA)  ASSISTENTI: Lombardi (Castellammare di Stabia –NA) e De Pasquale (Barcellona Pozzo di Gotto – ME)

NOTE: Pomeriggio soleggiato ma freddo, caratterizzato da raffiche di vento. Terreno di gioco in discrete condizioni. Ammoniti: Coletti (Ts), Saporetti (Re) per gioco falloso, Malomo (Ts) per comportamento non regolamentare. Recupero: 0’ e 4’

Dopo il positivo trittico di incontri a stretto giro di posta, l’Unione ospita al “Rocco” il Renate, che arriva a Trieste forte di dieci risultati utili consecutivi. Mister Pavanel conferma l’undici che ha espugnato Terni, gli ospiti si schierano con una difesa a tre pronta però a trasformarsi a cinque in fase difensiva, lasciando all’estro di Piscopo e Venitucci il compito di supportare Gomez.

Sfida equilibrata e condizionata dalle raffiche di vento, gli ospiti confermano grande organizzazione e il fatto che dieci risultati utili consecutivi non siano una casualità. La prima vera occasione della sfida arriva al 23’, Procaccio dal lato destro dell’area centra un tiro-cross radente, Beccaro sul secondo palo è un pizzico troppo arretrato per correggere in rete da pochi passi. Ancora Unione alla mezz’ora e ancora dalla destra, Formiconi centra teso e Beccaro svetta di testa sul secondo palo mettendo alto di poco.
La pressione alabardata si fa più intensa dalla mezz’ora in poi, calci d’angolo in serie e un destro dai venticinque metri di Beccaro che viene bloccato in tuffo da Cincilla. La difesa ospite pur se in crescente affanno regge l’urto giuliano, portando le squadre all’intervallo sullo 0-0 di partenza.  

Si ritorna in campo senza cambi, e la Triestina si fa subito vedere dopo 1’ con una gran palla di Frascatore dalla sinistra, Mensah in spaccata non trova l’impatto vincente a due passi dalla porta ospite.
Al 7’ primo cambio Unione con Petrella per Beccaro, e proprio il mini-bomber all’11’ sfiora il vantaggio con una saetta di destro dalla media distanza. Poco prima del quarto d’ora doppio cambio ospite, Rada e Spagnoli prendono il posto di Gomez e Venitucci. Al 22’ Petrella tocca corto per Procaccio, il suo mancino a rientrare dal limite si spegne a lato di un soffio a portiere battuto. Al 25’ cambio Renate con Caccin per Quaini, ospiti che al 27’ creano la prima palla gol della loro partita con una palla inattiva indirizzata nell’angolo da un colpo di testa di Spagnoli, Offredi vola in tuffo a sventare la minaccia.
Si entra nell’ultimo quarto d’ora con Steffè e Hidalgo per Maracchi e Procaccio e con la Triestina che a 11’ dal termine trova la rete del meritato vantaggio: Mensah con un movimento da centravanti boa si libera in area in posizione leggermente defilata, scaricando di potenza col destro in fondo al sacco. Delirio alabardato al “Rocco”, passano 4’ e la Triestina raddoppia con una travolgente azione di Petrella, appoggio per l’accorrente Granoche che col destro fulmina Cincilla per il raddoppio che fa esplodere la gioia del pubblico.
Nel finale spazio per Gubellini e Pedrazzini per Mensah e Formiconi, l’Unione non rischia nulla e conduce in porto un successo tanto voluto quanto importante, interrompendo la lunghissima striscia positiva ospite e continuando la corsa nei quartieri altissimi della classifica.

DOPO GARA -  Massimo Pavanel (allenatore della Triestina): “Siamo partiti per attaccare, ma ci aspettavamo una partita diversa e ci eravamo organizzati in un certo modo. Non siamo il Real, che parte da 2–3 a 0. Perciò abbiamo trovato dei nuovi stratagemmi e ci siamo riorganizzati, visto che in campo ci sono anche gli avversari i quali fanno la loro partita. Abbiamo fatto una buona gara e siamo riusciti a vincerla”. (Massimo Laudani)



 


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 23/02/2019
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,02841 secondi