Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Gorizia


PRIMA C - L'Ufm metta alla prova un Pertegada rimaneggiato

Zavorrata da 4 squalificati la capolista è attesa a Monfalcone da una partita assai insidiosa. La Maranese ospita l'Aquileia e resta in agguato



Carnevale è passato, ora è tempo di Quaresima, di riflessione, di pensare alla seconda parte del girone di ritorno di questa Prima categoria C che ha una linea di sei squadre abbastanza definite per i primi cinque posti. Ma se le sorprese sono sempre dietro l’angolo, ce ne vogliono diverse per poter stravolgere l’ultima parte della classifica.
A cominciare dalla riduzione della forbice di sette punti che attualmente vede il Vesna superarla e l’Isontina dentro ma il rischio di aumentarla c’è. Ecco perché la sfida di domenica della compagine di Longo sul campo del Domio sarà particolarmente sentita. I verdi di Quagliarello infatti, quintultimi, con 11 punti di vantaggio sul Vesna, penultimo, si tiene al momento fuori dai giochi mentre l’Isontina, vincendo, si avvicinerebbe ai triestini alimentando speranze di salvezza diretta.
Stesso discorso lo fa la Gradese, quartultima, sebbene il suo impegno sembra piuttosto gravoso, ospitando alla Schiusa una Terenziana in fase di stallo, ma pur sempre rimane una corazzata.
Di più lo sembra il Pertegada che guarda tutti dall’alto e per continuare a farlo gli servono i tre punti da andare a prendere a Monfalcone, ad una Ufm affamata per togliersi dal bordo della palude. Il problema della banda di Berlasso sono gli assenti, ben quattro squalificati.

Con le due battistrada severamente impegnate, la Maranese spera di rosicchiare punti ma si troverà davanti l’Aquileia ancora in acque non tranquille dopo il pareggio subito in casa lo scorso turno.
Il terzo posto è ambito pure da Sant’Andrea e Ruda le quali si troveranno di fronte al “Michelutti” per una sfida in cui chissà, forse un pareggio potrebbe anche andar bene ad entrambe e non verrebbero in tal modo raggiunte dall’Isonzo.
La formazione bisiaca, almeno sulla carta, potrebbe tornare dal campo del Primorec anche con il sacco pieno, cosa fatta già sei volte, il doppio di quanto accaduto invece al “Furlan”.   
Rimanendo in coda, il Vesna, dopo aver raccolto la prima vittoria esterna sabato con il Primorec, prova a fare il bis ricevendo a Santa Croce il Rivignano reduce dal 2-2 ottenuto sul campo della Sangiorgina.
I quali cremisi si recano sul Carso, a Basovizza, per affrontare un temibile Zarja che a quota 32 non abbandona il sogno play-off.

Non saranno delle gare per squalifica i seguenti calciatori: Benvegnù, Milocco (Gradese), Faggiani, A.Costelli (Isontina), Presacco, Cignolin, Acquaviva, Brucoli (Pertegada), Dicorato (Primorec), M.Romanelli (Rivignano), Pascut, Malisan (Sangiorgina), Zanolla (Ufm).

Sabato, ore 15

GRADESE – TERENZIANA
Alberto Cortolezzis (Udine)

Domenica, ore 15

MARANESE – AQUILEIA
Thomas Curri (Monfalcone)

DOMIO – ISONTINA
Simone Gambin (Udine)

PRIMOREC – ISONZO
Riccardo Noviello (Trieste)

UFM – PERTEGADA
Riccardo Corredig (Maniago)

VESNA – RIVIGNANO
Samuele Polese (Cormons)

ZARJA – SANGIORGINA
Francesco Lonati (Monfalcone)

RUDA – SANT’ANDREA
Davide Buongiorno (Pordenone)

Claudio Mariani



 


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 08/03/2019
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,05451 secondi