Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Gorizia


TERZA C - Coslovich e Vascotto regalano i tre punti al Muglia

Nel recupero della quarta di ritorno i rivieraschi superano in trasferta il Moraro 2-1. Il presidente Soglia:"Giochiamo alla pari, ma segnamo pochissimo"

Si è disputato il recupero della quarta di ritorno del girone C di Terza categoria fra Moraro e Muglia, rinviata lo scorso 3 marzo per il Carnevale. Sul terreno degli isontini passano i rivieraschi per 2-1 ed entrano nel gruppo delle prime cinque, ossia quelle che si daranno battaglia per la promozione.
Il gol del vantaggio è di marca ospite nato da un'azione ficcante di Vascotto, sulla cui conclusione s'inserisce Coslovich e mette alle spalle del portiere. Il Moraro perviene al pareggio su calcio di rigore solare causato da un fallo di Persico.
Nella ripresa è un altro penalty, netto pure questo, conquistato da Vascotto, fermato irregolarmente in azione solitaria e trasformato dallo stesso attaccante triestino, a regalare i tre punti al Muglia
 
"Abbiamo disputato una partita alla pari con il Muglia ma dovevamo tirare di più in porta. Il primo gol deriva da un nostro svarione, poi su rigore conquistato da Guastella, trattenuto in area, riusciamo a pareggiate - spiega il presidente del Moraro Claudio Soglia - con lo stesso Guastella. Purtroppo nel secondo tempo da un'azione sulla destra del Muglia commettiamo un fallo da rigore. Dopo il quale forse, al 35' ce n'era probabilmente un altro a favore nostro per un possibile fallo su Aristone, spinto in area al momento del controllo palla. In ogni caso noi dovevamo vincere per non rimanere lontani dalla zona play-off, eravamo a sei punti, ora a nove siamo tagliati fuori da ogni gioco. Dispiace aver perso questa gara, abbiamo commesso degli errori, ci stanno, ma il problema è la carenza in attacco. Ultimamente giochiamo alla pari con gli avversari ma segnamo pochissimo - commenta lo sconsolato presidente - e così anche con la capolista Terzo.  Questa è una categoria da cui volevamo andar via subito, una sosta di due mesi che condiziona gli allenamenti è difficile da sostenere". 



 


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 14/03/2019
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,02829 secondi