Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Udine


COPPA ITALIA - Al via i quarti. Noi tifiamo Canicattì

Andata domani, ritorno il 27 marzo. I veneti del Caldiero Terme, che hanno eliminato il San Luigi, possono fare il colpo, ma il Canelli sarà un osso durissimo



Si entra nel vivo della coppa Italia dilettanti. Dopo la prima scrematura sono rimaste 8 squadre a giocarsi il trofeo tricolore e il salto in Serie D. Mercoledi si giocano le gare di andata dei quarti di finale, mentre le sfide di ritorno si giocheranno a campi invertiti dopo sette giorni.
Il Caldiero Terme  giocherà nell’astigiano in casa del Canelli, formazione al secondo posto nel girone B di Eccellenza piemontese alle spalle del Fossano. Dopo essersi aggiudicata la coppa regionale superando in finale il Borgomanero per 1-0, ha vinto il primo triangolare battendo in trasferta il Finale Ligure per 2-0 e successivamente a domicilio il Varese per 2-1. Impegno arduo per la squadra veneta diretta da Cristian Soave, leader del proprio girone di Eccellenza, giustiziera del San Luigi nel triangolare di accesso ai quarti. 
Sfida interessante anche quella tra Foligno e Bagnolese. Umbri con un piede e mezzo in Serie D, che li vede al comando del proprio di Eccellenza con 8 lunghezze di vantaggio sulla seconda a 5 gare dal traguardo. A sfidarla la formazione reggiana della Bagnolese, quarta nel proprio girone di Eccellenza comandato dalla Correggese (70 punti in 28 gare), che ha brillantemente vinto la coppa regionale superando in finale la Virtus Castelfranco per 2-1 ed eliminando nella gara degli ottavi la formazione toscana del Montignoso, pareggiando per 2-2 in trasferta, dopo lo 0-0 dell’andata.
Dalla provincia di Isernia a quella di Roma la distanza è di circa 200 chiilometri. Tanti sono quelli che dividono il campo del Tre Pini Matese da quello del Team Nuova Florida. Una sfida che vede favoriti i laziali, primatisti nel girone A di Eccellenza laziale, allestiti in estate per salire in quarta serie, con una rosa ad alto contenuto tecnico. Chiude il programma l’incrocio tra i pugliesi del Casarano e i siciliani del Canicattì. I leccesi domenica prossima potrebbero festeggiare il ritorno in Serie D (categoria che hanno già disputato 11 volte) qualora riuscissero a mantenere l’attuale divario di sette punti dal Brindisi anche al termine della giornata numero 28, con due gare di anticipo sul termine della stagione. Di fronte troveranno gli agguerriti giocatori del Canicattì, secondi nel girone siciliano di Eccellenza (girone A), abili a sbarazzarsi facilmente del Corigliano nel primo round degli ottavi di finale.

Quarti di finale (mercoledì, ore 15)

CANELLI - CALDIERO TERME  (Campo “Piero Sardi” – Canelli, AT)
Arbitro: Gabriele Sacchi di Macerata

FOLIGNO - BAGNOLESE  (Stadio “Enzo Blasone” – Foligno, PG)
Arbitro: Silvio Torregiani di Civitavecchia

TRE PINI MATESE - TEAM NUOVA FLORIDA (C.S. “P. Ferrante” – Piedimonte Matese, IS)
Arbitro: Davide Albano di Venezia

CASARANO - CANICATTI' (Stadio “G. Capozza” di Casarano, LE)
Arbitro: Stefano Grassi di Forlì

Calendario

20 marzo – quarti di finale (andata)
27 marzo – quarti di finale (ritorno)
3 aprile – semifinali (andata)
10 aprile – semifinali (ritorno)
24 aprile – finale



 


Print Friendly and PDF
  Scritto da Gianpaolo Leonardi il 19/03/2019
 

Altri articoli dalla provincia...



SERIE D - Al Sandonà è tornato Soncin

Le prova tutte il Sandonà per conservare una categoria conquistata con grande ardore lo scorso anno. Dopo l’esonero di Giovanni Soncin e la guida tecnica affidata...leggi
18/04/2019




UDINESE - Tudor: conta la prestazione

Per ora, 41, sono soltanto gli anni che mister Tudor festeggia oggi. Fossero anche i punti alla fine del campionato, il mister croato - e non solo lui -sarebbe felice. Per ava...leggi
16/04/2019












Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,06205 secondi