Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Gorizia


L'EVENTO - Mancini promette: "Gioco e gol"

Domani sera al “Friuli” (ore 20.45) Italia - Finlandia apre il girone di qualificazione all’Europeo 2020. Il ct semina ottimismo: “Un progetto al quale ho creduto sin dall’inizio. Ora dobbiamo vincere anche per il sorteggio dei Mondiali ed il ranking”. Chiellini: “C’è lo stesso clima di Euro 2016”. Ventimila biglietti già venduti



Scatta da Udine l’avventura della Nazionale azzurra verso Euro 2020: la prima avversaria di un girone non proprio irresistibile (Grecia, Bosnia, Armenia e Lichtenstein le altre compagne di viaggio) si chiama Finlandia. E dopo l’apprendistato della Nations League, adesso bisogna vincere. Convincere è ancora relativo: se poi la truppa di Roberto Mancini dovesse pure concedere qualcosa al divertimento beh, pensiamo che nessuno si offenderebbe.

“Abbiamo  pochi dubbi di formazione - spiega il ct -  la speranza  è che chi andrà in campo faccia bene quello che deve fare. E siamo convinti che sarà cosi”.

Inizia la marcia verso il primo, grande obbiettivo.
“All’inizio del percorso dovevamo capire quella che poteva essere la squadra e gli eventuali correttivi. Siamo stati fortunati, abbiamo trovato subito dei giocatori disponibili, con i quali ci siamo capiti immediatamente. Da domani credo proporremo un’ ottimo gioco e faremo anche dei gol. E questo dovrò essere il percorso sino all’ultima partita".

Viste le assenze, Kean subito nella mischia?
“Vediamo se giocherà. Dovesse andare in campo, non avrà magari l’ esperienza di Insigne ed altri giocatori, ma potrà metterci entusiasmo, forza fisica e il fatto di vedere la porta. Voglio che faccia ciò di cui è capace, con tranquillità e allegria".

La Finlandia?
“Conosciamo i giocatori (tra i convocati figura anche Vasanen del Crotone, ndr), è difficile affrontarli perchè sono fisicamente prestanti e difendono bene. Non sarà una gara affatto semplice".

Tra tutti, Pukki vanta parecchia confidenza con i gol.
“E’ uno dei migliori: segna tanto in Championship (con il Norwich, ndr), cosi come realizzava in Premier. Dovremo prestare tanta attenzione, ma non soltanto a lui.”

A chi andrà la maglia numero dieci?
“Quella casacca ha sempre un sapore particolare, l’hanno indossata i giocatori più straordinari della storia del calcio. Io li lascio liberi di scegliere, se la vedranno tra di loro. E se Chiellini vuole il 10, glielo diamo…”

E’ questo il vero debutto di Mancini alla guida della Nazionale?
“Quello c’è già stato. Questo invece è l’obbiettivo, anche perchè viene prima dei Mondiali. La Nations League l’abbiamo comunque onorata fino in fondo e la cosa è importante. Da domani sarà fondamentale vincere: sia per l’Europeo che per il per sorteggio dei Mondiali. Ed anche per i ranking, che non è buono e non ci piace tanto”

Cosa pensa di aver dato sinora Mancini alla Nazionale?
“Tranquillità innanzitutto, Aver creduto subito nel progetto, nei giocatori e nei giovani. Molti sono migliorati, altri lo faranno: all’Europeo dovrò fare delle scelte e la cosa più difficile sarà lasciare a casa qualcuno. Anche i ragazzi, comunque, mi stanno dando tanto”

IL CAPITANO - “L’ambiente? Lo stesso Europeo 2016 - garantisce Giorgio Chiellini - il clima è comunque sempre stato ottimo perché, come negli anni passati, stiamo bene insieme. Anche se, quello che si crea di magico quando stai assieme 40 - 50 giorni, è ovviamente diverso. L’ambizione è quella di provare identiche emozioni tra un anno e mezzo. Emozioni che non possono essere le stesse delle qualificazioni”

Ma cosa vi ha trasmesso, sinora, Mancini?
“Serenità, fiducia ed entusiasmo. Non era affatto semplice dopo l’eliminazione Mondiale.”

C’è un nuovo sviluppo di ruolo  per Chiellini.
“Si può sempre migliorare, apprendere nuove cose, acquisire idee diverse, avere stimoli maggiori. Nella mia carriera ho cercato di imparare sempre, da tutti. Sono stato Fortunato ad avere grandi mister; e ora ne ho un altro dal quale posso imparare tanto.”

Champions League ed Europeo soni gli ultimi obbiettivi di carriera?
“Si, ma non sono ossessioni. Intanto vediamo di giocarci l’Europeo e di provare a vincerlo. Dovessi riuscirci sarò felice, altrimenti pazienza: perchè avrò dato tutto me stesso.”

Con Kean ti alleni quotidianamente.
“Possiede grande forza ed un attacco alla porta eccezionale. Dovrà migliorarsi quotidianamente, cosa non che non né cosi semplice. A gennaio gli consigliai di rimanere alla Juve, perchè avrebbe potuto essere utile. E infatti si sta godendo il momento. Gli auguro continuità almeno fino a giugno, anche se non sarà semplice.”

LA FORMAZIONE - Assenti Florenzi e Chiesa, è praticamente certo l’esordio dall’inizio di Moise Kean (già testato nell’amichevole di Genk contro gli Usa), nel tridente con Immobile e Bernardeschi. Sicuro anche l’inserimento del “valenciano” Piccini (alla terza presenza) quale esterno basso di destra nella difesa a quattro.

Questo, dunque, lo schieramento d’avvio: Donnarumma - Piccini, Bonucci, Chiellini, Biraghi - Verratti, Jorginho, Barella - Kean, Immobile, Bernardeschi. Da verificare la situazione di Lasagna.

BIGLIETTI - Già ventimila i tagliandi staccati in prevendita, lo stadio “Friuli” dovrebbe assicurare un discreto colpo d’occhio. Difficile, comunque, il tutto  esaurito. Prevista la presenza di circa 700 finlandesi.

Roberto Zanitti

https://i.imgur.com/yJNj2w0.jpg



 

https://i.imgur.com/xMQBwN1.jpg

https://i.imgur.com/WmUIs6c.jpg

https://i.imgur.com/9Ij8InS.jpg

https://i.imgur.com/viTbPAm.jpg


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 22/03/2019
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,04851 secondi