Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Gorizia


PROMO B - Delude la Valnatisone, la Pro Romans coglie 3 punti decisivi

Russo (col contestato) sigla la rete che vale un successo importantissimo in chiave salvezza. Fabbro: "Prestazione da dimenticare, siamo troppo altalenanti". Beltrame: "Ha funzionato la marcatura a uomo di Pelos su Miano. Soprattutto, spirito di sacrificio e determinazione ci stanno permettendo di raggiungere il nostro scudetto"



PRO ROMANS - VALNATISONE 1-0
Gol: al 15’ Russo

PRO ROMANS: Buso, Tomasin, Bregant, Pelos, Russo, Beltrame, Dragosavljevic (20'st Bardus), Cirkovic, Buttignaschi, Compaore, Della Ventura. (12. Franco, 13. Del Bello, 14. Milanese, 15. Serplini, 17. Paravan). All. Stefano Beltrame.

VALNATISONE: Giordani, Snidarcig (28'st Guion), Mattia Dorbolò, Snidaro, Gosgnach, Sittaro, Comugnaro, Pocovaz (37'st Novelli), Sokanovic, Miano, Nin (43'st Predan). (12. Pinato,  17. Rausa). All. Glauco Fabbro.

ARBITRO: Nicola Menini sez. Udine. AA1: Matteo Prandin sez, Cormons; AA2: Alessandro Pecile sez. Tolmezzo.

NOTE – Ammoniti: 23’st Dorbolò (p), 25’st Snidarcig (f), 46’st Snidaro (f). Angoli: 7-4, Fuorigioco: 5-1. Rec. 0’/3’. Spettatori 80 circa. Giornata soleggiata, tiepida, primaverile.

ROMANS – Quando la posta in gioco è alta, soprattutto trattandosi di salvezza, difficilmente si vede bel gioco. Così è stato fra Pro Romans e Valnatisone, partita frammentata da tanto errori, passaggi intercettati, tanta frenesia e poco gioco ragionato. Ha vinto chi ha messo in campo più grinta, voglia di far punti, osando qualcosa in più in fase offensiva, ma sbagliando altrettanto.
Sembra partire meglio la Valnatisone con la conclusione a lato di Sokanovic ma è un fuoco di paglia. Non che la Pro Romans accenda il falò, anzi si tiene alla larga dagli ultimi 16 metri, provandoci però al 15’ da calcio piazzato. Dalla trequarti sinistra Tomasin scodella il pallone nei pressi del vertice dell’area di porta dove Russo, tutto solo, tocca facile in rete. La reazione ospite è tutta nel tiro di Sittaro al 42’ alto di un metro.

In avvio di ripresa, Pocovaz tenta la giocata di fino ma il pallone esce e poco dopo, azione prolungata sullo stesso fazzoletto di Comugnaro con conclusione fiacca tra le braccia di Buso. Stessa sorte per Della Ventura dalla parte opposta da buona posizione, poi al 30’ gran botta centrale di Compaore, su assist di Della Ventura con la sfera sibilata un paio di spanne sopra la traversa. Buso blocca in presa alta un piazzato di Sittaro e nel finale, dopo una conclusione di Buttignaschi a lato di poco, Giordani evita di subire il secondo gol volando a deviare la conclusione di Bardus.

L’ANGOLO DEL VAR

Arbitro: Nicola Menini sez. Udine 6. (AA1: Matteo Prandin sez, Cormons 6.5; AA2: Alessandro Pecile sez. Tolmezzo 5.5).
Sufficienza per il fischietto udinese che non sempre convince nelle sue chiamate. Non utilizza con coerenza la norma del vantaggio, qualche cartellino in più non gustava e ha l’assistente 2 poco sicuro di sé stesso in occasione dei fuorigioco.

I casi analizzati:

- 15’: proteste della Valnatisone sul gol di Russo per una presunta posizione irregolare del n.5 di casa. Al momento della battuta del calcio di punizione non possiamo, dalla nostra posizione, valutare quella di Russo, ma l’AA2 Pecile alza per qualche secondo la bandierina, per poi abbassarla poco dopo. Forse ha valutato una posizione irregolare di un altro giocatore che non ha partecipato all’azione, ma in questo caso, prima di andare su con la bandierina, doveva attendere lo sviluppo dell’azione stessa.
- 11’ st: c’è il fuorigioco di Dragosavljevic sul passaggio centrale di Buttignaschi, segnalato dall’AA1.

 DAGLI SPOGLIATOI

Piuttosto arrabbiato e deluso il mister Glauco Fabbro della Valnatisone ha poche parole per commentare la brutta sconfitta: “Abbiamo sbagliato completamente l’approccio alla partita, almeno quattro o cinque giocatori, compresi quelli entrati in seguito dalla panchina, non erano in giornata e di conseguenza se giochi così è ovvio che le partite si perdono. La salvezza? Rimane sempre tre punti sopra di noi, ma giocando in questo modo, anche se fosse ad un solo punto, non la raggiungeremmo di certo. Dispiace alternare prestazioni positive, come quella dell’ultima domenica, a questa negativa senza un motivo apparente”.

E’ più disteso il tecnico della Pro Romans Stefano Beltrame per questi tre punti che sanno di salvezza. “Sono tre punti importanti al termine di una partita tutt’altro di grande calcio ma per una squadra come la nostra con obiettivo la salvezza, occorre badare alla praticità. Nel primo tempo abbiamo gestito molto male la palla, sbagliando parecchio anche passaggi semplici. Meglio nella ripresa, durante la quale siamo riusciti a creare qualcosa di buono. Anche alla fine, per eccesso di egoismo, avevamo la possibilità di chiuderla. La Valnatisone? Sapevo benissimo, avendoli già visti giocare, della loro forza davanti con Sokanovic, Nin e Miano e che avrebbero potuto crearci dei problemi. I miei ragazzi sono stati bravi – sottolinea il mister – a gestire le due punte e poi, alla vecchia maniera, ho messo Pelos a marcare a uomo Miano limitandolo parecchio. Ed è rimasto abbastanza lontano dalla porta ma diventa pericoloso quando lo si lascia giocare. Magari non sarà precisissimo sotto porta, ma ha delle qualità ben superiori per questa categoria. Chi metto sopra tutti della Pro Romans? La squadra, la sua determinazione e spirito di sacrificio, visto non solo oggi, ma in tutto il girone di ritorno. Senza queste componenti è difficile raggiungere qualsiasi obiettivo. Il nostro è la salvezza ma anche per chi lotta per altri traguardi senza queste componenti non si va da nessuna parte”. 



 


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 25/03/2019
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,08036 secondi