Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Gorizia


TORNEO DELLE REGIONI - Furlano, Moso e Pisani ci credono

L'analisi dei tre tecnici delle rappresentative regionali dopo le sfide con le selezioni della Sicilia. Bilancio: una vittoria, un pareggio e un ko, ma la comune convinzione di essere competitivi

Una vittoria, un pareggio e una sconfitta: non si sono fatte mancare nulla le tre selezioni del Friuli Venezia Giulia all’esordio della 58^ edizione del Torneo delle Regioni. Queste le parole, al termine della prima giornata, dei tre tecnici regionali.

 «Partita molto equilibrata – analizza Marco Pisano tecnico dell’Under 15 al termine della gara terminata senza reti con la Sicilia – in cui nei primi 10’ siamo partiti bene con un buon approccio alla gara. Dopo una fase di studio abbiamo iniziato a renderci pericolosi, ma era evidente la gara potesse sbloccarsi solo su palla inattiva con le due squadre che concedevano poco. Nella ripresa, approfittando anche del loro calo fisico, siamo riusciti a creare qualcosa in più. Sono molto contento dell’atteggiamento di tutti i ragazzi, sia dei titolari che di quelli subentrati a gara in corso. Il gruppo mi ha dimostrato di essere omogeno: se cambi uomini e mantieni la stessa qualità il segnale è forte. La prima partita serve, spesso, per prendere convinzione dei propri mezzi e direi che i presupposti sono quelli giusti; non dimentichiamo che di fronte avevamo una squadra dalla buona struttura fisica e con alcuni ragazzi che giocano già nelle Nazionali della Lega Nazionale Dilettanti».

 Amareggiato, ma già pronto per guidare i suoi alla necessaria reazione, il tecnico della selezione “Under 17” Pierangelo Moso dopo la sconfitta patita in rimonta dalla Sicilia: «Partita dai due volti – attacca l’allenatore –, con un primo tempo interpretato bene dai ragazzi, i quali hanno fatto quanto avevo chiesto. Non siamo stati nemmeno fortunati visto il forfait, già nella prima frazione, di un uomo come Capellari capace di darci ordine. Nella ripresa, oltre all’infortunio di Lugnan che ci ha penalizzati ulteriormente, non siamo stati bravi nell’interpretare la gara commettendo diversi errori tattici; abbiamo concesso troppi spazi che la  Sicilia ha sfruttato. Ci dispiace per quanto successo, nell’intervallo non ci saremmo mai aspettati finisse così. Vogliamo, però, ripartire da quanto di buono visto dal punto di vista della qualità, così come dimostrato nella prima frazione. I ragazzi hanno capito gli errori, pertanto sono certo che domani non li commetteremo di nuovo con la voglia di andare avanti nella manifestazione e il chiaro intento di conquistare qualcosa di importante».    

Ultima a scendere in campo, ma prima a conquistare i 3 punti: è la Juniores di Andrea Furlano che, soddisfatto, analizza così la vittoria dei suoi ragazzi: «Direi che abbiamo giocato un primo tempo importante, che dovevamo chiudere avanti con punteggio più ampio. Nella ripresa, sebbene senza rischi, la Sicilia ha provato a metterci in difficoltà giocando palle lunghe, ma siamo stati bravi a difendere con ordine; non abbiamo subito alcun tiro in porta per cui non posso che dirmi soddisfatto». Juniores vincente all’esordio, 1-0, proprio come nella scorsa edizione poi conclusa con il titolo di campione d’Italia, sebbene il tecnico preferisca guardare partita dopo partita. «La strada – conclude Furlano – è ancora lunghissima, il nostro unico obiettivo ora è la Lombardia domani. Stasera rifiatiamo mentalmente e fisicamente: pensiamo a recuperare energie dal punto di vista di questi due aspetti consci che domani sarà uno scontro decisivo verso il passaggio del turno». 

 
 


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 13/04/2019
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,01425 secondi