Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Pordenone


COPPA TERZA - Sarone e Vivarina sul filo dell'equilibrio

Il match d'andata è terminato 0-0. Dalla Libera: "Credo che il doppio confronto sarà deciso da un episodio o dai calci di rigore". Luchin: applaudo i ragazzi per il grande impegno, ma anche i nostri avversari non hanno demeritato



SARONE 2017 – VIVARINA 0-0

SARONE 2017: Menegoz, Vicenzi (1’st Zanchetta), Donadi, Andrea Covre, Manfè, Tote (39’st Centazzo), Pegolo, Sarubbo, Thomas Vignando (25’st Gava), Caracciolo, Vendrame (44’st Bruseghin). (12. Cartelli, 13. Borile, 17. Manente, 18. Matteo Vignando, 19. Tagliariol). All. Enrico Luchin.

VIVARINA: Dalla Libera, Civitico, Salmaso, Casagrande (35’st Rosset), Giuliano Covre, Ez Zalzouli, Pizzuto (13’st Bertolini), Marson, Giorgi, D’Andrea (44’st Adamo), Singh. (12. Beqiri, 13, Forte, 15. Ferrarin, 17. Simone Covre, 19. Zedda, 20. Celaj). All. Marco Cesaratto.

ARBITRO: Simone Colussi sez. Pordenone.

NOTE – Ammoniti: Covre, Sarubbo, G. Covre, D’Andrea e Singh. 

Si deciderà al ritorno la seconda finalista della Coppa regione di Terza categoria ed uscirà dalla sfida fra Sarone 2017 e Vivarina, la cui gara d’andata è terminata con il risultato ad occhiali.
La partita si è svolta in modo equilibrato senza particolari azioni da gol, solo un paio a testa e alla fine lo 0-0 ci sta tutto. Il Sarone ha avuto l’occasione per passare con Sarubbo al 10’ e per la Vivarina è stato Pizzuto alla mezz'ora del primo tempo a risultare pericoloso. Nella ripresa il Sarone ha creato qualche apprensione alla difesa ospite con alcuni cross del nuovo entrato Zanchetta e la risposta della Vivarina è maturata innescando Ez Zalzouli che però non è riuscito a concretizzare.

“Le possibilità del passaggio del turno sono 50 e 50, il gol in trasferta non vale doppio quindi va sbloccata la situazione e il nulla di fatto - ricorda il portiere della Vivarina Gianluca Dalla Libera -; anzi, rimane anche dalla partita di campionato con il Sarone, finita pure quella 0-0. A dispetto della classifica, il Sarone ha 10 punti più di noi, le due squadre si equivalgono e credo che la qualificazione, se non dovesse finire ai rigori, sarà decisa da un episodio. I migliori della partita? Ez Zalzouli per noi e Vendrame sull'altro fronte”.

“E’ stata una gara equilibrata, una di quelle classiche che potevano decidersi per un episodio e, con una maggiore lucidità potevano anche portare a casa la vittoria – sottolinea il neo mister del Sarone 2017 Enrico Luchin – anche se, nell’arco del doppio confronto, non sarebbe stata decisiva. Però almeno la soddisfazione per i ragazzi poteva starci. Non posso dire nulla a loro, sono ugualmente contentissimo della  prestazione, la stagione si è fatta un po’ complicata ma sotto il profilo dell’impegno sono contento con la speranza di riuscire a toglierci qualche soddisfazione. Avere in regalo la finale dai miei ragazzi sarebbe una bella cosa ma va dato merito anche alla Vivarina, che ci ha messo del suo in positivo per questo pareggio”.  



 


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 14/04/2019
 

Altri articoli dalla provincia...






SERIE D - Al Sandonà è tornato Soncin

Le prova tutte il Sandonà per conservare una categoria conquistata con grande ardore lo scorso anno. Dopo l’esonero di Giovanni Soncin e la guida tecnica affidata...leggi
18/04/2019













Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,03680 secondi