Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Gorizia


TORNEO DELLE REGIONI - Furlano: ci siamo sciolti come neve al sole

Le impressioni del tecnico della Juniores, nonché di Pisano e Moso, sull'ultima giornata dell'avventura della rassegna tricolore

Si chiude al termine del girone eliminatorio la spedizione del Friuli Venezia Giulia alla 58^ edizione del Torneo delle Regioni con le tre selezioni presenti eliminate.
Non può che essere di rammarico lo stato d’animo di Marco Pisano, tecnico della selezione “Under 15”, cui non basta chiudere con una larga vittoria per evitare l’eliminazione dal Torneo delle Regioni: «Avevamo preparato la gara – le sue parole – proprio come l’abbiamo poi sviluppata in campo. Volevamo attaccare gli spazi tra le linee per creare loro confusione tattica e fare in modo di poterci inserire con facilità; i risultati si sono visti subito, tanto che le prime due reti sono arrivate proprio in questa maniera. Peccato, perché avevamo due obiettivi: vincere la gara e sperare in alcuni risultati in nostro favore dagli altri campi. Questo è il calcio, qualcuno deve vincere altri perdere, ma il rimpianto resta per la gara non vinta all’esordio contro la Sicilia nonostante le tante occasioni avute. I ragazzi erano motivati e determinati per raggiungere l’obiettivo: a fine gara ho visto molti di loro piangere, simbolo di attaccamento alla maglia. In pullman, rientrando in albergo, i ragazzi mi hanno detto di non voler chiudere la stagione così, proponendomi di ritrovarci per qualche gara amichevole o torneo. Se da un lato abbiamo fallito dal punto di vista dei risultati, dall’altro possiamo vantarci di avere centrato l’obiettivo di crescita, da ogni punto di vista, dei ragazzi».

Ha provato a chiudere con una vittoria, che non sarebbe comunque bastata ai fini della qualificazione, la selezione “Under 17” guidata da Pierangelo Moso. «Volevamo onorare la nostra regione come giusto fosse. Siamo scesi in campo comunque con voglia per portare a casa un risultato, poi l’espulsione di Colonna ha complicato i piani con le Marche, brave nel portare a casa la vittoria e il primato del girone. Ai miei ragazzi ho poco da dire, ci hanno messo l’impegno e il cuore fino alla fine per onorare la maglia che indossavano, ma è chiaro che sapendo i tre punti non avrebbero cambiato il destino di un torneo ormai compromesso tutto è diventato più difficile. Peccato aver chiuso senza punti, di questo siamo dispiaciuti».

Non ce l’ha fatta nemmeno la “Juniores” di Andrea Furlano che, partita con la vittoria sulla Sicilia all’esordio, è poi incappata in due sconfitte costate l’eliminazione: «C’è tanta delusione – analizza amareggiato Furlano – , ma evidentemente se non abbiamo passato nemmeno il primo turno tante cose non hanno funzionato. Sicuramente oggi, quando dovevamo mettere in mostra il nostro carattere, ci siamo sciolti come neve al sole. Bisognava vincere e avevamo impostato la gara per farlo; siamo partiti bene ma l’uno-due messo a segno dalle Marche ha chiuso non solo la gara ma anche la testa dei ragazzi. Speravamo di fare un grande Torneo delle Regioni, volevamo andare avanti, ed è per questo che siamo tutti molto amareggiati». 

 
 


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 15/04/2019
 

Altri articoli dalla provincia...






MONDIALE - Mauro e Gama, inizia l'avventura

La grande attesa è terminata. Finalmente il pallone rotola. La Nazionale femminile fa infatti il suo esordio domani a Valenciennes, nel nord est della Francia, nel campionato del mondo: non vi partecipa...leggi
08/06/2019













Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,02815 secondi