Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Gorizia



LA NOVITA' - Il Tergesteo chiude e raddoppia insieme alla Gradese

Il presidente Zaniboni: uniamo lo forze per portare avanti un progetto a lungo termine che raccolga l'eredità sportiva e sociale dell'amato Tergesteo



Non lascia ma raddoppia la Grado del calcio a 5. Perché la chiusura del Tergesteo, che avverrà il 30 giugno, non è altro che un passaggio di testimone verso un futuro che, si confida, possa essere ancora più vivace e fecondo. Lo spiega Gianluca Zaniboni, inventore e presidente del Tergesteo, una società che in 9 anni di ammirevole e nobile esistenza è riuscita in sostanza a raggiungere lo scopo sociale per cui è nata sfidando, tra l'altro lo scetticismo e le altrui perplessità in una piazza, quella lagunare, che all'epoca contava altre due realtà dedicate a futsal. Zaniboni, dunque: "Chiudiamo il Tergesteo il 30 giugno e passiamo in blocco alla Gradese per proseguire l'avventura. La decisione non è stata semplice, personalmente per il Tergesteo ho dato l'anima, ma la soluzione che ora diventerà concretamente realtà è quella razionalmente migliore; si tratta di unire le forze, in particolare quelle dirigenziali, così da non disperdere quello che abbiamo seminato e costruito, ma, anzi, cercando di valorizzarlo. La proposta è partita dal sottoscritto ed ha trovato accoglienza alla Gradese, dove porteremo avanti un progetto a lungo termine, un progetto sportivo e soprattutto di aggregazione sociale, dedicato ai giovani del paese e dintorni". 
Ci sarà, dunque, la squadra che prenderà parte al campionato di serie C regionale di calcio a 5, e ci saranno i 35-40 bambini che rappresentano la peculiarità del Tergesteo, che si è fatto apprezzare a livello giovanile nelle categorie dei Piccoli Amici e dei Primi Calci. La nuova Gradese, dunque, curerà calcio a 11 e calcio a 5 facendo tesoro di entrambe le discipline e offrendo ai suoi tesserati un orizzonte più ampio, oltre a trarre dalla costruizione di un unico polo sinergie per affrontare le sfide organizzative e burocratiche che risultato sempre più impegnative
Il progetto, non c'è che dire, è ben congegnato e totalmente condivisibile. E farà vivere l'anima del Tergesteo in una Gradese che, con l'apporto di Gianluca Zaniboni e della sua "famiglia sportiva", ha le carte in regola per guardare con maggior fiducia al domani".  

https://i.imgur.com/ILp7kzJ.jpg



 


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 17/04/2019
 

Altri articoli dalla provincia...










TORNEO DELLE REGIONI - Travolti all'esordio

Comincia con una secca sconfitta l'avventura della Rappresentativa regionale di Calcio a 5 al Torneo delle Regioni ospitato dalla Basilicata. La selezione di Bovolenta ha dovuto arrendersi 8-1...leggi
29/04/2019









Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,04482 secondi