Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Pordenone


QUI TAMAI - Bianchini: prendiamo in mano le redini del match

Il tecnico delle furie rosse suona la carica alla vigilia dello "spareggio" di Trento. In forse Kryeziu e Alcantara



Vietato sbagliare. E’ quasi da ultima spiaggia l’impegno del Tamai al “Briamasco” nell’affrontare un Trento con la stessa, o maggior acqua alla gola dei tamaioti. Alla vigilia di questo delicatissimo match, entrambe sarebbero retrocesse, ma una vittoria delle Furie Rosse potrebbe affossare i trentini e dare ancora appigli di salvezza, magari attraverso i play-out, alla formazione di mister Giuseppe Bianchini. Il quale è pronto a scegliere la formazione migliore da far scendere in campo: “Seppur ci sia qualche giocatore con degli acciacchi, e penso in particolare ma non solo ad Kryeziu e Alcantara, nel complesso siamo messi abbastanza bene e siamo pronti per questa sfida. Per prepararla abbiamo lavorato due giorni, come tutte le partite, consapevoli dell’importanza di questa. Come giocheremo? Al di la dei moduli, l’importante è fare noi la partita, consci che per il Trento sarà l’ultima opportunità di aggrapparsi ai play-out. Il nostro atteggiamento deve essere quello di scendere in campo per dare il massimo e prendere in mano le redini della partita, del nostro destino. La formazione ce l'ho già in mente tenendo conto dell’infermeria”.  



 


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 17/04/2019
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,02932 secondi