Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Udine


SERIE A - Udinese deludente: solo un pareggio

I bianconeri rimontano il Sassuolo, passato in vantaggio con Sensi. Un’autorete di Lirola agevola l’ 1 - 1 conclusivo. La sconfitta dell’Empoli con la Spal (doppietta di Petagna, scuola Donatello) è l’unico sorriso della giornata

UDINESE  - SASSUOLO    1 - 1
Gol: 31'pt Sensi, 35'st Lirola (autorete)

UDINESE:  Musso, De Maio (12st Lasagna), Ekong (31st Teodorczyk), Samir, Stryger Larsen, Fofana (17pt Sandro), Mandragora, De Paul, D’Alessandro, Pussetto, Okaka. Allenatore: Tudor. A disposizione: Perisan, Nicolas, Badu. Ingelsson, Micin, Nuytinck, Hallfredsson, Wilmot, Sandro, Zeegelaar, Teodorczyk.

SASSUOLO: Consigli, Demiral, Ferrari, Magnani (1st Peluso), Lirola, Bourabia, Sensi (20st Locatelli), Magnanelli, Rogerio, Boga (40st Duncan), Berardi. Allenatore: De Zerbi. A disposizione: Pegolo, Lemos, Djuricic, Matri, Sernicola, Odgaard, Babacar, Di Francesco, Brignola.

ARBITRO: Pairetto di Nichelino. Assistenti: Liberti di Pisa e Bottegoni di Terni. Quarto uomo: Massimi di Termoli. Var: Banti di Livorno. Avar: Tasso di La Spezia

NOTE: pomeriggio soleggiato, terreno in ottime condizioni, spettatori: 22.343, di quali 9.238 paganti, per un incasso 193.656,00. Angoli: 6 - 5 per l’Udinese. Recupero: 3’ + 3’. Ammoniti: Mandragora, Demiral, Sandro, Stryger Larsen, Locatelli

UDINE - Un punticino in più. Un passetto in avanti. E un sentito ringraziamento ad Andrea Petagna, il triestino di stanza alla Spal. L’Udinese “strappa” un pareggio al Sassuolo e, se può sorridere - anche dopo una partita magari generosa, ma a tratti inguardabile – è anche se soprattutto per aver allungato nuovamente in classifica sulla formazione toscana. Sentiti ringraziamenti, dunque, all’attaccante di scuola Donatello: una doppietta e un assist nel blitz estense (4 - 2) ad Empoli.

Fa piuttosto caldo, meteorologico e non, al “Friuli Dacia Arena” e, dopo alcune velleitarie conclusioni da parte di Rogerio, De Maio e Berardi, al 12’ Boga può godere di un’autostrada  verso la porta di Musso. Il tiro è miracolosamente rallentato da un difensore. Dura invece soltanto 17’ la gara di Fofana, il quale deve uscire per un problema muscolare. Al suo posto Sandro. Al 22’ brivido per la difesa bianconera, il cross rasoterra di Lirola non è intercettato da alcuno, ma Musso trascorre qualche brutto momento. La gara sembra letargicamente ancorata allo 0 - 0, ma ci pensa Ekong (minuto 31) a rompere il clima di trepida attesa, con un clamoroso errore che innesca Sensi (non malaccio l’idea di De Zerbi di sguinzagliare il piccoletto nell’operazione di disturbo del centrale bianconero): dai e vai con Berardi e sinistro a fil di palo che incenerisce Musso. L’Udinese cerca di reagire, butta qualche pallone nel cuore dell’area, ma Consigli non deve effettuare una parata degna di questo significato.

Tudor mette anche Lasagna (per De Maio) e al quarto d’ora, un contatto sospetto tra KL15 e Demirel fa gridare al rigore. Sarebbe anche il secondo giallo ed espulsione per il turco: Pairetto, ineffabile e inadeguato (non è una novità), fa proseguire. E mentre la curva indirizza un coro scurrile all’indirizzo del bersaglio preferito (Gino Pozzo), De Paul riesce nella non semplice impresa di colpire Demirel, appostato sulla linea di porta. E’ il minuto 32 e il pomeriggio sembra stregato. Entra anche Teodorczyk e al 35’ il sospirato pareggio è realtà. Da un mischione fantozziano in area, la palla arriva ad Okaka il quale, con la complicità di Lirola, la spinge oltre la linea. Pairetto attende il beneplacito tecnologico e convalida. Non succede più nulla di eclatante: e se un punto è meglio di nulla, con Atalanta e Inter all’orizzonte, il cammino verso la salvezza resta sempre arduo.

LE PAGELLE - Musso 6, De Maio 6, Ekong 5, Samir 5,5 Stryger Larsen 6, Fofana sv, Mandragora 5,5, De Paul 5, D’Alessandro 6,5, Pussetto 6, Okaka 6, Lasagna 6, Sandro 5,5, Teodorczyk sv. Allenatore: Tudor 6. Arbitro: Pairetto 4.

Roberto Zanitti



 


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 20/04/2019
 

Altri articoli dalla provincia...



DIGAS - Tarcentina in finale

Nella seconda giornata del torneo Digas, scendono in campo due squadre di Prima categoria, Ragogna, gli organizzatori del Co...leggi
21/08/2019

DIGAS - Pro Fagagna in volata su Lumignacco e Tricesimo

Si gioca in serata il primo turno del tradizionale Torneo Digas in quel di Colloredo e si affrontano, nel primo triangolare tre squadre di Eccellenza, Lumignacco, Tricesimo e Pro Fagagna. Il primo incontro se lo aggiudica il Lumignacco, pur andan...leggi
21/08/2019















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,01364 secondi