Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Trieste


COPPA PROMOZIONE - Il Primorje vince ma non basta. Fagagna in finale

I carsolini pagano la rete di Domini e la gran serata di Tusini. La Pro perde 2-1, ma a Faedis sfiderà il Sistiana per conquistare il trofeo



PRIMORJE - PO FAGAGNA  2 - 1
Gol: 17' pt Domini; 2' st Tomizza su rigore, 32' Casseler

PRIMORJE: Contento, Rossi, Tomizza, Gerbini, Cofone, Marincich (23'st Tonini), Lombardi, Casseler, Lionetti, Sain, Millo. Allenatore: Allegretti.

PRO FAGAGNA: Tusini, Tisiot, Ermacora, Deanna, Righini, Clarini, Pinzano (18' st Di Fant), Ostolidi, Nardi (15'st Cogoi), Dri (35'st Buttazzoni), Domini (23'st Frimpong). Allenatore: Giacomo Cortiuala.

NOTE - Ammoniti: Casseler, Lionetti, Sain, Clarini e Ostolidi.

ARBITRO: Filippo Okret di Monfalcone. Assistenti: Matteo Vindigni e Marco Marino (Basso Friuli).

Non è stato sufficiente al Primorje vincere per 2-1 nella semifinale di ritorno della coppa Italia di Promozione. Niente derby quindi, all'Ol3 Arena di Faedis, sarà la Pro Fagagna a contendere il trofeo al Sistiana mercoledì 1 maggio. Seppur sconfitti al "Rouna" di Prosecco, i fagagnesi, forti del 3-1 dell'andata, approdano in finale per provare a centrare il "doblete" campionato - coppa. 
Ovviamente c'è rammarico nelle parole del presidente dei triestini Roberto Zuppin: "Questa partita valeva come una finale tra due squadre capaci di giocare veramente a calcio. Siamo usciti sconfitti soprattutto per demerito nostro, avendo sbagliato molto in fase offensiva davanti alla loro porta, mentre un nostro errore difensivo ci è costato il gol. Non posso rimproverare nulla alla squadra, i ragazzi ce l'hanno messa tutta. Abbiamo preso subito noi le redini della gara e dopo aver sbagliato un paio di gol, su un contropiede con un taglio in profondità, ci hanno sorpreso in velocità con il loro attaccante Domini che ha battuto Contento. Abbiamo continuato a premere e nonostante le ripartenze ospiti, è arrivato il nostro pareggio su rigore, per una netta trattenuta in area su un cross, realizzato da Tomizza ad inizio ripresa. Approfittando della superiorità numerica abbiamo continuato a spingere - ricorda il presidente - e Casseler, con un tiro deviato da un avversario, ha siglato il 2-1. Devo anche dire che il portiere del Fagagna ha compiuto diverse parate importanti e i nostri attaccanti hanno fallito più di qualche palla gol. In sostanza è stata una gara aperta e, non vorrei esagerare, ma le due squadre avranno avuto una trentina di occasioni nel complesso".
 
Sorriso fin sulle orecchie per il presidente della Pro Fagagna Merlino  dopo aver raggiunto la finalissima di Faedis. "È stata una gara soffertissima, bella, il Primorje ha disputato una gran partita e noi li abbiamo aiutati con l'espulsione di Tisiot. Lo avevo previsto, i triestini sono abituati a giocare sul sintetico e con giocatori di ottima qualità ci hanno messo in difficoltà. Certo, dopo due settimane senza giocare non era facile tenere alta la concentrazione. Il rigore? Era netto, la trattenuta su Lombardi l'ha commessa Clarini. In questa partita ha meritato sicuramente il Primorje, ci ha salvato anche il nostro portiere Omar Tusini con ottimi interventi - ammette Merlino -, in una gara ricca di occasioni da gol per entrambe. I migliori? Di gran lunga Lombardi del Primorje, mentre il centrocampista Deanna del 2001 per noi. Adesso faremo di tutto per vincere a Faedis, la Coppa è il nostro secondo obiettivo stagionale". 
 


 


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 24/04/2019
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,02946 secondi