Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Pordenone


CUP UNDER 18 - Triveneto in finale: sugli scudi Ros, Levorato e Lizzi

I due giocatori del Cjarlins Muzane e quello del Tamai tra i protagonisti della squadra di mister Paganin



La 6^ edizione della Juniores Cup under 18 in corso in Versilia, parla Triveneto. Il team allestito da mister Antonio Paganin (ex  mister del Giorgione 2000) ha conquistato la finale che si gioca stamane alle ore 11 allo Stadio “Necchi Balloni” di Forte dei Marmi, avversario il girone A (Lombardia-Liguria-Piemonte VDA).
Un Triveneto concreto, che ha sbaragliato il campo, rivelandosi letale nei tiri dal dischetto. Il girone C lo ha testimoniato vincendo la “prima” sul binomio Emilia Romagna-Lombardia (girone D) piegato dopo lo 0-0 dei 90’ nei tiri dal dischetto per 8-7.
L’infallibilità dei ragazzi di mr. Paganin è affiorata anche nella seconda giornata dove a protezione dei pali, Lizzi (Tamai) e compagni con il 2-2 firmato da Cavagliere (Arzichiampo) e Iwunze (Montebelluna) e la successiva e decisiva tornata dagli undici metri, hanno piegato ed eliminato dalla scalata alla finale il girone G (Lazio-Campania e Sardegna).
L’asso dalla manica il Triveneto l’ha estratto ieri nella semifinale contro il girone B, la Lombardia/Veneto, sconfitta di misura per 1-0. E’ bastato il “golletto” del laterale Pilotto (Campodarsego) per regolare con autorità i dirimpettai del girone B che sul campo hanno mostrato tanta grinta e una sfrenata applicazione alla corsa, doti che il Triveneto con una saggia condotta nell’articolare il palleggio e nel ribaltare l’azione con repentini inserimenti degli esterni nella fase propositiva, ha neutralizzato sul nascere la verve “lumbard”. Da mettere l’accento sulle prestazioni dei ragazzi friulani convocati. Mister Paganin li ha impiegati a rotazione riscontrando ottime risposte tecniche e di equilibrio tattico, una solidità di gruppo in cui sono emersi il già citato Lizzi (baluardo contro l’Emilia-Lombardia) e Ros, centrale del Ciarlins Muzane. Ottimo il lavoro dei frangiflutti Levorato nella terza uscita che è valsa l’accesso alla finale.

Ieri nella vittoria che ha spianato la strada dell’atto più atteso, scandita dal gol di Pilotto, mister Antonio Paganin ha schierato: Secco (Montebelluna); Pilotto (Campodarsego); Bedin (Campodarsego); Santuari (Trento); Ros (Cjarlins Muzane), Belardinelli (Cartigliano); Levorato (Cjarlins Muzane), Barbiero (Este); Cavagliere (ArziChiampo), Iwunze (Montebelluna); De Carli (Union Feltre) Oggi alle ore 11 la finale.
La speranza è che questa si trasformi nel trionfo del Triveneto… (fc)



 


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 11/05/2019
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,03928 secondi