Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Trieste


PROMO B - Trieste Calcio micidiale e salvo. Valnatisone, troppi errori

La squadra di Fabbro fallisce il possibile 2-0 e poi subisce tre reti prima della fine del tempo. Nella ripresa il tentativo di rimonta si stampa sulla traversa di Donno. Potasso portato in trionfo dai padroni di casa, per la squadra delle Valli c'è invece il play-out. Okret arbitra all'inglese



TRIESTE CALCIO - VALNATISONE 5-2
Gol: al 2' Sokanovic, al 30' De Luca, al 41' e al 43' Paliaga, al 3'st De Luca, al 15' Nin, al 32' Ghedini.

TRIESTE CALCIO: Donno, Pelencig (24'st Cermelj), Vouk, Farosich, Lauro, Gajcanin, Pllana (36'st Bianchin), De Luca, Paliaga (44'st Dal Zotto), Ghedini, Abdulai (41'st Madrusanv). (12. Giannarzia, 13. Vendola, 17. Spasaro, 19. Cus, 20. Madja). All. Marzio Potasso.

VALNATISONE: Giordani (19'st Pinato), Gosgnach, Snidaro, Beltrame (34' Snidarcig), Rausa, Sittaro, Comugnaro, Novelli, Sokanovic (44'st Fontanini), Miano (37'st Pocovaz), Nin (38'st Predan). (13. Guion, 14. Dorbolò, 17. Bacchetti). All. Glauco Fabbro.

ARBITRO: Filippo Okret sez. Monfalcone. Assistenti: Flavio Pompeo Cifù sez. Basso Friuli; Giovanni Masini sez. Gorizia.

NOTE – Ammoniti: 25’ Rausa (p). 37’ Pelencig (f), 44’st De Luca (f). Angoli: 4-2. Rec.: 2’-3'. Fuorigioco: 3-3. Giornata parzialmente piovosa, con bora fresca.

TRIESTE – Festeggia la salvezza il Trieste Calcio, rimugina sugli errori commessi e si affida all’ancora di salvezza dei play-out la Valnatisone. E’ questo l’esito dello scontro di fuoco, ma neanche più di tanto, fra le due formazioni annaspanti sul ciglio delle sabbie mobili. Alla fine vincono i triestini capitalizzando al meglio le occasioni create, trovando anche una certa permeabilità nella difesa ospite. Sul fronte opposto i valligiani, dopo esser partiti con il piglio giusto, hanno commesso degli errori venendo puniti inesorabilmente e, quando avrebbero potuto rimettere in discussione la gara, non sono stati fortunati.

Passano solo 2’ e Sokanovic, al rientro dopo la squalifica, gonfia subito la rete con un rasoterra sul primo palo. Ospiti vicini al raddoppio al quarto d’ora con Miano il quale, dopo aver saltato Donno in uscita, calcia debole consentendo a Pllana di allontanare a porta vuota. Al 21’ sventola di Paliaga da fuori area sfilata a un nulla dall’incrocio e poco dopo Donno blocca in due tempi un tiro non irresistibile di Nin. Nulla da fare invece per Giordani sulla fucilata sotto la traversa, dai 20 metri, di De Luca alla mezzora. Al 41’ rilancio dalle retrovie per Paliaga che elude il fuorigioco e batte Giordani rasoterra. Due minuti dopo la sua punizione è di quelle da applausi con palla nuovamente alle spalle dell’incredulo Giordani.

Tre giri di lancette dopo il rientro in campo dalla pausa, il Trieste cala il poker ed è De Luca, su assist di Abdulai, a gonfiare la rete dal limite con una conclusione a mezz’altezza. Al quarto d’ora Donno vola alla sua sinistra per spedire in corner una bella punizione di Nin, il quale poi incorna a rete il conseguente tiro dalla bandierina e riapre la contesa. La potrebbe rendere ancor più interessante Miano ma il suo tiro in corsa fa solo tremare la traversa. E allora arriva la punizione al minuto 32 quando Ghedini si libera dell’avversario e da posizione defilata fa sponda con la base del palo lontano e gonfia la rete per la quinta e definitiva volta.
Al triplice fischio fanno festa i triestini in mezzo al campo per la salvezza raggiunta, osannando mister Potasso.

L’ANGOLO DEL VAR

Arbitro: Filippo Okret sez. Monfalcone  6.
(AA1: Flavio Pompeo Cifù sez. Basso Friuli 6.5; AA2: Giovanni Masini sez. Gorizia 6.5)

Solita direzione all’inglese del sig. Okret con pochi cartellini e alcuni interventi rudi lasciati correre. A non tutti piace questo modo di arbitrare (Valnatisone nel caso specifico) ma è una coerenza del fischietto bisiaco. Qualche cartellino in più non sarebbe probabilmente stato sbagliato.

I casi analizzati:

- 37’: è da arancione il brutto intervento di Pelencig sulle gambe dell’avversario all’altezza della metacampo. Graziato con il solo cartellino giallo.

- 21’st: proteste del Trieste Calcio per un presunto fuorigioco di Comugnaro in azione di contropiede a sinistra. Dalla nostra postazione a centro campo pare sia partito in posizione regolare, tenuto in gioco da Pelencig. Corretta quindi la non chiamata dell’AA1.



 


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 13/05/2019
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,03075 secondi