Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Tolmezzo


PRIMA - Un Cavazzo da paura. I blitz di Mobilieri, Villa e Cedarchis

Mainardis e soci espugnano Cercivento con un 7-0 che non ammette discussioni. Incredibile il 7-4 di Pontebba, dove alla fine resta a mani vuote il Campagnola



Ben 27 reti si sono realizzate in questa quarta giornata della Prima categoria del Carnico, andata in scena nuovamente sotto la pioggia. Una sola gara è terminata senza gol, undici invece si sono viste a Pontebba, sette a Cercivento, di che divertirsi per il pubblico, soprattutto da parte di chi ha vinto.
La vittoria più eclatante, in termini di punteggio, è senz’altro quella del Cavazzo, bissando quella di mercoledì ad Osoppo. Stavolta per vendemmiare (fuori stagione, ma mica poi tanto visto il tempo) è salito a Cercivento da dove è tornato a casa con il sacco più che pieno (0-7). Sette reti messe a segno in poco più di mezzora, a cavallo del riposo. Inizia Tosoni al 24’, poi seguono Nait, due volte Cescutti, Dionisio e Mainardis nel primo tempo ed infine chiude Marcon.
Scalzato proprio il Cercivento dalla vetta, oltre al Cavazzo la raggiungono i Mobilieri con i successo per 1-0 ottenuto ad Osoppo con al rete di D’Andrea nell’ultima parte del match. Partenza non felice per gli osovani, ancora fermi al palo dopo quattro turni.
Vince in trasferta anche il Villa, lo fa in casa dell’Ovarese con il punteggio di 2-1 siglato da Tessari e Agostinis. Per i padroni di casa va a referto Josef Gloder e restano al penultimo posto, contrapposti al Villa, subito sotto alla coppia di testa Cavazzo – Mobilieri.
Punteggio altisonante, insolito per una squadra seniores, quello uscito da Pontebba con i locali vincitori sul Campagnola per 7-4. Botta e risposta sin dall’inizio con vantaggio locale di Ferataj, impattato da Stefanutti, nuovamente avanti la Pontebbana ancora con Ferataj e altro pari di Belgrado. Prima del riposo Della Mea per i biancazzurri che allungano nella ripresa con Micelli e Martina. I gemonesi accorciano con Cariolato, poi in due minuti Micelli sigla la doppietta e nel recupero Zanin rende meno amara di quel che è la sconfitta per gli ospiti.
Primo successo casalingo per l’Amaro, batte 2-0 il Fusca e sale a centro classifica grazie alle reti di Fior ed Esposito nella seconda metà della ripresa.
Subisce la prima scivolata al “Costantini” il Trasaghis, fermato dal Cedarchis per 2-1, finora bello in trasferta, con le reti realizzate da Christian De Giudici dal dischetto e da Radina, subito dopo il pari di Ranic.
Senza reti l’anticipo di sabato tra Arta Terme e Real Imponzo con gli impontini al quarto posto in classifica e i termali ad arrancare nella parte bassa.



 


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 19/05/2019
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,01612 secondi