Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Udine


AQUILEIA - Annata d'Elite per le giovanili

Le formazioni Allievi e Giovanissimi regionali si guadagnano l'accesso alla categoria Èlite per la prossima stagione. È la ciliegina sulla torta per la società presieduta da Paolo Goat. Il ds Alessandro Zuppel e il responsabile Gianni Rover si preparano ad allestire al meglio le nuove squadre. Sabato 22 gran finale del 37° torneo giovanile sul campo di via Gemina



Volge al termine la stagione sportiva 2018/19 anche per l’Aquileia. Prima di andare in vacanza, però, mancano ancora alcuni appuntamenti del calcio giovanile, su tutti le due ultime settimane del torneo organizzato dalla società patriarchina.

Domenica invece si è concluso il percorso della squadra Under 17 regionale, che ha acquisito il diritto ad accedere al girone “Èlite” nella prossima stagione. Ininfluente il risultato della gara disputata a Marsure di Povoletto con l’Ol3 (persa 2-1), in quanto il biglietto per il massimo girone regionale era già assicurato per la formazione del presidente Paolo Goat, il quale a bocce ferme traccia il bilancio stagionale.

“Dopo una stagione con tante soddisfazioni non è facile trovare le parole adatte. È stata una stagione memorabile, l’aver raggiunto il 9 giugno tutti i traguardi prefissati dieci mesi fa, ossia avere la scuola calcio d’Èlite e le nostre squadre giovanili ai vertici della piramide regionale, sono frutto di fatiche ma anche di meriti. Ed è un orgoglio personale, ma anche di tutta la società che ho l’onore di presiedere. Al settore giovanile dedichiamo un lavoro primario, è la benzina che ci stimola a guardare sempre avanti. Ringrazio ovviamente tutti i miei collaboratori, in particolare il direttore generale Alessandro Zuppel e il responsabile del nostro settore giovanile Gianni Rover, per aver costruito un qualcosa di molto positivo, invidiato da tanti”.

Con gli juniores siete arrivati fino alla finale del post campionato. Non è da tutti.
“L'aver impostato, dopo dieci anni, questa formazione (iscritta a livello regionale grazie al supporto della Federazione), con tutti ragazzi di classe 2001 è stata una vera scommessa. Dopo alcuni mesi, con la necessità e il desiderio di far salire alcuni di questi ragazzi in prima squadra, abbiamo leggermente indebolito il gruppo iniziale, ma questi giovani hanno continuato nel loro percorso di crescita. Infatti, nella seconda fase, hanno chiuso molto bene il girone dandoci dimostrazione di ciò che potrebbero essere gli juniores dell’immediato futuro. Ci siamo iscritti al post campionato, giungendo alla finale, dove siamo rimasti in partita quasi fino allo scadere, prima di cedere il passo dinanzi ad avversari probabilmente più forti di noi”.

Prima di concludere la stagione c’è ancora il tradizionale torneo giovanile regionale.
“Quest’anno siamo giunti alla 37ª edizione di quella che è diventata una manifestazione di importante caratura importante, a coronamento una stagione intera. È imperniato su tutte le categorie giovanili, con la finale prevista per sabato 22 giugno. Invito tutti coloro a cui piace il calcio giovanile, di passare ad Aquileia per gustarsi le partite”.

Con il ds Alessandro Zuppel vogliamo capire i segreti per giungere a questi traguardi così importanti.
“Quanto abbiamo ottenuto quest’anno è andato oltre la nostra più rosea previsione. Essere promossi nei gironi Èlite sia con i Giovanissimi, sia con gli Allievi, anche questi regionali, è un traguardo strepitoso per una società come la nostra. Sta a noi adesso allestire le squadre nel miglior modo possibile e adatto alla categoria, continuando a lavorare con i nostri metodi. Ovviamente non ci sono solo queste due squadre, sotto c’è tutta una realtà importante, dai Primi calci in su a completare tutta la filiera della nostra scuola calcio Èlite”.

Un grande campionato degli allievi regionali con il traguardo raggiunto dell’Èlite.
“Quella di domenica era una partita in cui il risultato era fine di sè stesso, la classifica era già stilata. Sarebbe stato più giusto il pareggio anche per il prestigio di riuscire a concludere al primo posto il mini girone, creato per i due posti nell’Èlite. Un piccolo infortunio del nostro portiere, quasi a tempo scaduto, ci è costato la sconfitta per 2-1. In ogni caso faccio i complimenti sia all’Ol3 sia all’Aquileia e adesso festeggeremo assieme questo grande traguardo”.

Per il capitano della squadra Allievi Francesco Belgiorno si è trattato del coronamento di un bel sogno.
“Usciamo dal campo a testa alta: l'obiettivo, cercato sin da inizio anno, di venir promossi nel campionato Èlite è stato raggiunto,superabdi tutte le difficoltà che inevitabilmente si presentano lungo il cammino”.

https://funkyimg.com/i/2UBhh.jpg



 

https://funkyimg.com/i/2UBhk.jpg


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 10/06/2019
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,02906 secondi