Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Pordenone


FONTANAFREDDA - Petrilli al lavoro, riecco Lorenzon

Il nuovo diesse inizia a sbrogliare la matassa. Ritorno gradito per la punta lo scorso anno in forza alla Sacilese. Posocco passa alla guida del gruppo di preparatori dei portieri



Ottimismo è la parola d’ordine al quartier generale del Fontanafredda dopo una salvezza strappata con i denti. Molti dei giocatori artefici dell’impresa dopo la cena di fine anno sono stati ascoltati da Lino Petrilli, nuovo uomo mercato rossonero per iniziare a formare la rosa della prossima stagione. Addii eccellenti come quelli del centrocampista Federico De Pin e di Andrea Posocco, quest’ultimo per mettersi a disposizione come preparatore dei numeri uno. Assieme a lui in una sorta di struttura parallela specializzata nel seguire nello specifico anche tutta la cantera rossonera ci saranno Carlo Bullare (ex preparatore del Pordenone) e Paolo Allegretto (preparatore di Maniago, San Quirino, Sacilese e Unione Smt e nelle ultime stagioni al Calcio Aviano). Un team di esperienza per far crescere esponenzialmente il già florido vivaio che nella prossima stagione vedrà al via ben 19 squadre, con Under 17 e Under 15 nei gironi Elite.
Tornando alla prima squadra torneranno a casa dopo l’esperienza con Cordenons e Sacilese, il centrocampista Cristian Rosolen (1999) e la punta Marco Lorenzon (1996). Il primo si è messo in luce con i granata disputando un campionato di livello, così come il secondo vincitore con i biancorossi del Livenza del girone A di Prima categoria. Due profili sui quali Petrilli assieme al tecnico Claudio Moro fanno grande affidamento. Il problema realizzativo è stato uno dei tarli dell’undici rossonero nel corso della stagione, vuoi per i problemi fisici di Scian e un Salvador condizionato da alti e bassi. Gli alti, arrivati nella sfida salvezza di Monrupino con le due reti fondamentali per evitare la retrocessione.



 


Print Friendly and PDF
  Scritto da Gianpaolo Leonardi il 09/06/2019
 

Altri articoli dalla provincia...






PORDENONE - La foto ufficiale

Nella prima storica annata di serie B il Pordenone gioca le sue gare interne a Udine, ma non "dimentica" però la sua casa, la sua (bellissim...leggi
18/09/2019








SECONDA A - Troppa grazia Vigonovo

Due episodi cambiano la partita a Vigonovo, un cartellino rosso e un rigore fallito dagli ospiti fanno pendere la gara a favore dei locali che legittimano la vittoria.Dopo pochi...leggi
15/09/2019





Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,02084 secondi