Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Trieste


POST CAMPIONATO - Giotta: Mazzi è stato pazzesco

Il tecnico del Sant'Andrea racconta la semifinale vinta ai rigori contro il Corva ad Azzano Decimo




CORVA
-SANT'ANDREA SAN VITO 5-6 ai rigori (2-2 i tempi regolamentari)

Marco Giotta (allenatore del Sant'Andrea San Vito): “Il Corva ci ha chiesto l'anticipo e ci sono stati tanti messaggi anche tra di noi perchè tra scuola e spareggio dei nostri allievi non era facile trovare una soluzione. Siamo andati fuori solamente in 12 e abbiamo giocato ad Azzano Decimo su un campo grande come un aeroporto, dotato anche di pista atletica... Devo fare tanti complimenti al Corva per l'ospitalità, ci hanno offerto due giri di pasta e i loro ragazzi sono molto educati, si vede che alle spalle c'è un lavoro anche in tal senso. Nel primo tempo c'è stato decisamente poco in generale, non c'era entusiasmo...nella ripresa loro sono partiti meglio, ma non ci hanno creato pericoli fino al loro 1-0, nato da un nostro mal posizionamento. Abbiamo pareggiato con Mazzoleni, bravo a stoppare, girarsi e calciare sotto le gambe del portiere. Siamo tornati sotto su una bella azione, poi abbiamo impattato su una palla messa dentro da Frontali per Ferri, nessuno l'ha toccata e si è infilata. Siamo andati ai rigori e il nostro portiere Mazzi è stato pazzesco. Ci siamo ritrovati sotto per 3-1, sbagliando il primo e il terzo penalty. Poi loro ne hanno sbagliati tre di fila di tutto, considerando il primo ad oltranza. Non ci credevo, Mazzi è stato super e Cusmich ha tirato una sassata sotto la traversa nell'aggiuntivo. E' stato il primo a proporsi quando dovevamo proseguire dal dischetto. Ho lasciato libertà ai ragazzi di decidere, tanto a quel punto rischiavamo di andare alle lunghe e tutti avrebbero dovuto calciare. Aspettiamo ora il comunicato per vedere dove giocheremo sabato. Dovendo affrontare l'Aquileia e non il Trieste Calcio, salta l'opzione di restare a Trieste. Previsioni? La butto là... Ronchi, Monfalcone, Gorizia o Gradisca...”.

Massimo Laudani



 


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 07/06/2019
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,02586 secondi