Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Tolmezzo


COPPA CARNIA - Un tempo a testa, poi il dischetto è amico dell'Ovarese

Pari e patta al termine dei tempi regolamentari, un pareggio sostanzialmente giusto ma con rammarico da parte della squadra della Valcanale. Sfortunato infatti Aleksandar Misic, la sfida con i legni l’ha persa per 3-0. Tre volte li ha centrati, di cui una dal dischetto. L’Ovarese non sbaglia e sfiderà il Villa in semifinale. Il mister biancazzurro Fabris: “Troppe partite ravvicinate, non si recuperano gli infortunati”



Ai tempi regolamentari finisce 1-1 tra Pontebbana e Ovarese nella gara unica del quarto di finale di Coppa Carnia. Alla rete iniziale ospite di Josef Gloder, risponde nel finale Della Mea. Nel mezzo due legni colpiti da Aleksandar Misic e un terzo lo centra dagli undici metri. Deluso per l’epilogo del match l’allenatore della Pontebbana Marco Fabris racconta com’e’ andata:

“In sostanza la gara è stata vissuta un tempo a testa con l’Ovarese ad andare in gol abbastanza presto a causa di un nostro errore in fase difensiva. Per tutto il primo tempo abbiamo avuto un bel daffare a contrastare gli avversari, soffrendo più del dovuto. Meglio nella ripresa, la mia squadra ha cambiato volto, ha preso in mano le redini, colpendo anche una traversa e un palo con Aleksandar Misic, finchè nei minuti conclusivi siamo riusciti a pareggiare con Della Mea. Con ciò si sono dovuti battere i calci di rigore, fallendone i primi due, tra cui un'altra traversa sempre con Misic, e con l’Ovarese a realizzarne quattro e in semifinale ci vanno gli avversari.  A parte la sfortuna di Misic, il pareggio ai tempi regolamentari è stato il giusto risultato. Non mi è piaciuto l’approccio alla gara nel primo tempo dei miei ragazzi, spesso ci capita di entrare in campo con poca determinazione e distratti. Mi è piaciuta invece la reazione nel secondo tempo e chi ha giocato ha compiuto il suo dovere, tenendo conto che mi mancavano quattro titolari. Se mi dispiace l’eliminazione? Arrivati a questo punto, alla società avrebbe fatto piacere andare avanti, purtroppo con queste gare così ravvicinate, rimane poco tempo per gli allenamenti – rimarca il tecnico biancazzurro - e gli infortunati non riescono a recuperare. Speriamo adesso nel loro rientro per poter far punti in campionato, nel quale abbiamo perso delle partite con troppa facilità. Dobbiamo guardare alla zona salvezza, l’obiettivo è questo e dobbiamo arrivarci il prima possibile”.




Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 19/06/2019
 

Altri articoli dalla provincia...
















ALLIEVI - Velox a gonfie vele

Successo importante che proietta la Velox verso i play-off, con sei punti di vantaggio sull'inseguitrice Villa. A Sutrio la squadra di Paularo vince...leggi
16/07/2019



Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,01623 secondi