Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Free Image Hosting at FunkyIMG.com
Free Image Hosting at FunkyIMG.com

Serie A


<< precedente   successiva >>   

UDINESE - Un pareggio con rissa

In palio c’era (c’è ancora) il decimo posto. Non certo la Champions League. Decimo posto sul quale ballano tre milioni di euro ma, insomma, non cifrone da modificare un bilancio: la sfida tra Udinese e Sampdoria promette bene e alla fine mantiene. Anche troppo. Perché i bianconeri interpretano alla perfezione il primo tempo, giocando un calcio organizzato ed efficace, che lascia praticamente nulla agli avversari. Poi, dopo il famoso the caldo (anche se oggi sarebbe stata preferibile una bibita fresca) succede di tutto. Fischi stonatissimi del signor Pinzani, rigori, espulsioni, provocazioni, baruffe. Tanto di…poco edificante, che nulla ha avuto da spartire con gioco e fair play.All’annuncio della formazione qualche sorpresa: dietro, infatti, Delneri...leggi
21/05/2017, La Redazione , Serie A

UDINESE - Delneri tra Sampdoria e rinnovo

In mancanza di qualcosa di più prezioso – vista l’iniziale piega delle cose, lo si può comunque considerare un successo - anche un decimo posto può significare qualcosa. L’obiettivo sarà certamente raggiunto con due successi (gli ultimi ostacoli stagionali si chiamano Sampdoria e Inter), ma sarà meglio affrontare uno step alla volta. Per l’Udinese la breve rincorsa comincia domani, al “Friuli Dacia Arena” (ore 15, arbitra Pinzani), contro i blucerchiati di Giampaolo. “Per arrivare decimi, intanto, è necessario battere una concorrente, per l’Inter c’è tempo – precisa Delneri - non ci sono alternative, bisogna portare a casa punti. Dovremo dare il massimo, abbiamo la forza per comb...leggi
20/05/2017, La Redazione , Serie A

UDINESE - Delneri: "A Crotone farà... caldo!"

E’ la terzultima, ma conta ancora qualcosa. Per l’Udinese, che intende provare ancora ad entrare nella top ten. Per il Crotone, soprattutto: domani (ore 15, al mitico “Ezio Scida”, dirige Fabbri), infatti, i calabresi devono alimentare le residue speranze di sopravvivenza. I  bianconeri, però, non intendono certo recitare lo scomodo ruolo delle vittime sacrificali. “Sarà la gara tra una squadra salva e un’altra che, invece, deve salvarsi – recita, semplicemente, mister Delneri - troveremo un ambiente complicato, ma cercheremo di fare la nostra figura. Sarà un’occasione per mostrare anche il nostro raggiunto grado di maturità. Mi aspetto una prestazione importante, in continuità con quella messa in ca...leggi
13/05/2017, La Redazione , Serie A

IL PAREGGIO - L'Udinese "stoppa" l'Atalanta

UDINE -  Un’Udinese discretamente ”sperimentale” (l’enigma Balic al battesimo assoluto, Ali Adnan e Perica dall’inizio, Ewandro nel finale) riscatta la figuraccia di Bologna e costringe l’Atalanta - non più rivelazione, ma autentica certezza del torneo e in odore d’Europa - al pareggio. Un’Atalanta (che alterna ben tre capitani: parte Raimondi, poi la fascia scivola sul braccio di Gomez e, infine, di Cristante) priva di ben sette pedine, con il “Papu” Gomez al di sotto dello standard normale (anche se Petagna, scuola Donatello, è abilissimo a far salire la squadra), ma pur sempre ostica e desiderosa di proporre un calcio altamente propositivo. Delneri presenta, abbastanza clamorosamente, Balic nel referto d&r...leggi
07/05/2017, La Redazione , Serie A

L'UDINESE DI GUIDO - Undici ectoplasmi in campo a Bologna

Abbiamo assistito con amarezza alla débâcle di Bologna.Un’Udinese inguardabile che ha ruminato calcio, o presunto tale, per 90 minuti.Motivazione per una figuraccia del genere?Un’idea la abbiamo, ma non è il caso di renderla pubblica. Settimane fa abbiamo visto il Genoa al “Friuli” giocare come questa Udinese. Ma quella prestazione era motivata dall’intenzione di far esonerare Mandorlini, inviso a tutti.Mentre la sconfitta di Bologna non ha niente di tutto ciò, in quanto Delneri è ben visto dai giocatori. Esistono altre cause tutte non dimostrabili.Perciò “un bel tacer non fu mai scritto”.Mateschitz è andato a New York per seguire la sua squadra negli Usa e per incontrare Zico. I colloqui con autorit&...leggi
02/05/2017, Guido Blasi, Serie A

UDINESE - Delneri: "Decisive Bologna e Atalanta"

Se la sinistra italiana (intesa come connotazione politica) stenta a compattarsi, la…parte sinistra della classifica è ancora tra i desiderata dell’Udinese. A cinque turni dalla fine, infatti, la formazione bianconera, attestata a quota 43 (tre punti in meno dell’ultima annata di Guidolin) può ancora puntare ad entrare nelle prime dieci. Sempre se Torino e Sampdoria (obbiettivamente, più i blucerchiati dei granata) dovessero “collaborare”, perdendo qualche colpo. Per rimanere in scia, intanto, domani a Bologna (ore 15, arbitra Celi) Danilo e soci devono assolutamente catturare i tre punti. “Il Bologna ha sempre giocato un buon calcio – riconosce mister Delneri – sarà dunque una sfida tra squadre che devono dimo...leggi
29/04/2017, La Redazione , Serie A

UDINESE - Tre punti con "selfie"

L’Udinese si getta alle spalle lo spiacevole intermezzo di Napoli, ritorna a vincere con due stoccatori “alternativi”, avvicina il decimo posto (la Samp è ora a sole due lunghezze) e, nonostante l’assenza di traguardi particolarmente gratificanti, conferma di non avere assolutamente mollato la presa. Dopo un primo tempo ben gestito, un rigore fallito e altre chance non concretizzate, la formazione di Delneri piega il Cagliari con due lampi. Prima il subentrato Perica (quinto sigillo del torneo, per il croato, sempre più idolo della curva) e poi l’ottimo Angella (alla prima soddisfazione personale), nel giro di tre minuti, spostano una gara che, con il susseguirsi degli eventi, sembra definitivamente in controllo. Almeno fino ai minuti conclusiv...leggi
23/04/2017, La Redazione , Serie A

UDINESE - Delneri: "Borriello? All'andata non ha segnato..."

Vista Napoli e…morta calcisticamente nella ripresa dopo un’ incoraggiante prima frazione, l’Udinese ritorna ad incrociare avversari più malleabili. Parte la volata per il nono posto (Torino e Samp sono distanti 5 lunghezze) e il primo ostacolo si chiama Cagliari (di scena domani, alle, 15 al “Friuli /Dacia Arena”). Una squadra che “miete” soprattutto in casa. E con un certo Borriello, abituato a scatenarsi al cospetto dei bianconeri friulani… “All’andata Marco non ci ha segnato e, delle statistiche, non mi importa - ribatte mister Delneri - oltre a lui affrontiamo, comunque, gente importante come Sau, Tachtsidis, Padoin, Isla, Bruno Alves e Barella, che è progredito moltissimo. Non è una squadra che verr&...leggi
22/04/2017, La Redazione , Serie A

L'UDINESE DI GUIDO - Pagato il conto agli infortunati

Quando ad una squadra non dotata totalmente di elementi di sicura classe, viene a mancare metà difesa si va incontro ad una inevitabile sconfitta, come è successo a Napoli.L’assenza di tre cardini difensivi (Felipe, Angella e Samir), sostituiti da due seconde scelte non alla loro altezza ha avuto effetti nefasti. Oltre ad aver subìto i tre gol, tutta la squadra ne ha risentito con una prestazione negativa, escluso Zapata, sempre pericoloso.Non è normale vedere Jankto e De Paul - elementi di classe certa - giocare così discontinuamente. Una squadra che si propone per una classifica medio-alta deve disporre di 22 titolari più o meno dello stesso livello.Quando si verificano assenze importanti chi è preposto, al più per una sosti...leggi
18/04/2017, Guido Blasi, Serie A

UDINESE - Il palo di Zapata, lo schiaffo di Allan

Udinese sconfitta, al San Paolo 3-0. I partenopei partono bene, ma alla lunga soffrono l'ordine tattico delle zebrette friulane schierate inizialmente da mister Delneri con un 4-4-2. La difesa alta dei friulani rende il Napoli meno brillante. Per gli azzurri di casa collezione infinita di calci d'angolo che non producono alcunchè. Il Napoli sbriga il match ad inizio ripresa: è Mertens a sorprendere la mal disposta difesa ospite che viene punita da movimento errato del reparto. Hamsik sfiora il raddoppio, l'Udinese rimane in partita, al 18' Zapata di testa colpisce il palo. Dal palo dell'ex al gol dell'ex è Allan che supera Karnezis per il 2-0. Al 72' da un'invenzione di Insigne, Callejon con un tocco sporco mette fine al match: 3-0. Dopo 5 partite utili ...leggi
15/04/2017, La Redazione , Serie A

<< precedente   successiva >>