Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Gorizia


BASKET - Eurodonne Under 16: l'Italia finisce quarta

La finale per il bronzo dominata dalla Francia: 68 - 50. Il titolo va alla Spagna, che batte nettamente la Germania (64 – 48). La Fiba promuove il Comitato Organizzatore, già proiettato verso i mondiali femminili Under 19 del prossimo anno (dal 22 al 30 luglio, a Udine e Cividale)

La Spagna è campione d’Europa femminile Under 16. La formazione iberica, priva di due pedine fondamentali quali Carrera e Flores, ha dominato, nell’atto conclusivo, la favorita Germania (che si consola con il titolo di miglior giocatrice torneo attribuito a Luisa Geiselstoder): dopo due quarti equilibrati (32 - 27), le furie rosse hanno preso il largo, mandando a referto 7 giocatrici (Lacorzana e Pendande 11 punti a cranio, Torreblanca 10) e chiudendo avanti di sedici lunghezze: 64 - 48. Niente da fare, invece, per l’Italia, dominata dalla Francia in tutte le zone del campo nella finale per il bronzo. Dopo 5 minuti si capisce che ci sarà una sola squadra in campo. Le transalpine timbrano uno stordente 10 – 0, abusando delle azzurrine, obbligandole a conclusioni forzate e oscurando loro, anche in virtù di una maggiore fisicità, la strada del canestro. Gregori e Ianezic trovano finalmente un pertugio: ma sono soltanto rantoli, perché Fauthoux e socie e continuano a ruggire, chiudendo sul 17 – 6 una prima frazione praticamente senza opposizione, al termine del quale l’Italia rimedia uno sconsolante 2/17 dal campo. La vita non cambia nel secondo quarto: la Francia vola sul 27 – 10 giocando un basket scioltissimo ed efficace mentre, dall’altra parte, le due triple di Ianezic e la zampata di Madera - cuore grande ma mano imprecisa – sono illusioni e ribadiscono, comunque, l’impotenza azzurra. Cosi, al riposo lungo, il tabellone propone un impietoso 40 - 19 per la banda Egloff. L’Italia cerca di evitare l’umiliazione, con tanta grinta risale sino al 42 – 27, ma la Francia ha troppe armi per farsi venire l’emicrania e, con pazienza, riallunga a più 20: 49 - 29. La formazione di Lucchesi non ci sta, aggrappandosi all’ultima scialuppa: bastano, infatti, un piccolo rilassamento transalpino e un paio di “Maderate” per ridurre il passivo a meno 14 (51 – 37), prima degli ultimi dieci minuti del torneo. Baldi scandisce addirittura il meno dieci (41 - 51), poi Cantone & company sprecano due attacchi consecutivi per riaprire un fascicolo già chiuso. E allora la Francia, stavolta sospinta dalla Salgues (8 punti parziali, 16 in totale), la chiude in via definitiva: 60 - 43 al 16’. A Madera e compagne tocca dunque la poco nobile medaglia di…legno. Non fa albo d’oro ma, sicuramente, questa emozionante esperienza friulana sarà utilissima per la crescita di tutto il gruppo.

Il tabellino azzurro: Ianezic 10 (e 5 rimbalzi), Cantone 1, Sasso 1, Panzera 1 (e 3 assist), Gregori 2, Madera 17 (e 7 rimbalzi), Vella 7, Baldi 6, Soglia 5, Rimi, Gilli, Fiorin. Allenatore: Lucchesi.

Si chiude, cosi, la terza rassegna europea consecutiva in Friuli – Venezia Giulia: e, dopo l’ennesimo elogio incassato da parte della Fiba, il Comitato Organizzatore Locale (tra conferme, certezze e rivelazioni una gran scoperta, davvero, il “Palacus”), pilotato con la consueta, “magica follia” da Davide Micalich, già punta i Mondiali femminili Under 19 in programma dal 22 al 30 luglio 2017 a Udine e Cividale.

 


Print Friendly and PDF
  Scritto da Roberto Zanitti il 14/08/2016
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,03399 secondi