Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Gorizia


PRIMA C - Terenziana, un carattere da... Promozione

Sesta salita di categoria per il tecnico dei biancorossi Stefano Gregoratti, quattro ottenute a Staranzano con lo stesso gruppo di giocatori. Il mister: “Stento ancora a credere di aver ottenuto questo traguardo, il più difficile”.



Era una partita da tripla, con diversi scettici ad ipotizzare un clamoroso tracollo casalingo della corazzata Maranese, affondata invece con il punteggio di 3-1 da un’altra ammiraglia del girone C di prima categoria. E’ stata una Terenziana d’assalto quella vista prima con il Ruda e stavolta a Marano, decisa a prendersi il posto sul bus che conduceva in Promozione.

Vincere in casa della Maranese non è facile, finora solo tre ci erano riuscite, adesso è toccato ai biancorossi e nella partita più importante della stagione. Su come hanno espugnato il campo lagunare è il mister Stefano Gregoratti e svelarlo:

“Abbiamo sbloccato subito la gara con un calcio di punizione all’incrocio dei pali al 10’, battuto da Becirevic, ma nell’azione seguente al calcio d’avvio, la Maranese ha pareggiato su calcio di rigore procurato da D’Ampolo, atterrato dallo stesso Becirevic. Dal dischetto Motta lo ha trasformato. Una ventina di minuti più tardi siamo ripassati in vantaggio direttamente da calcio d’angolo con Rocco, con il portiere non esente da colpe. Prima dell’intervallo Raugna, dopo aver recuperato palla a centrocampo, si è involato verso l’area avversaria ed è stato steso. Rigore a nostro favore realizzato da Kocic. Nel secondo tempo non si sono viste grosse occasioni da ambo le parti. Solo negli ultimi 5 minuti Feruglio ha avuto l’occasione per chiudere la partita, nella circostanza è stato bravo il portiere”.

“La Terenziana ora è in Promozione e questa è la mia sesta promozione consecutiva tra Sistiana e Staranzano, e queste ultime ottenute partendo dalla Terza categoria, con quasi lo stesso gruppo di ragazzi. Al momento stento ancora a credere di aver ottenuto questo traguardo – ammette Gregoratti - e dire che tre di questi giocatori avevano anche smesso di giocare, ma sono rientrati e si sono amalgamati molto bene. Questa è stata la mia promozione più difficile della mia carriera, le squadre di questo girone erano di alto livello. E ovviamente ne sono soddisfatto. Se rimango alla Terenziana? Penso di si, in settimana avrò un incontro con il presidente e decideremo”. 



 


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 26/05/2019
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,03345 secondi