Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Trieste


TRIESTINA - Steffè e Maracchi suonano la carica, Codromaz in allarme

Domani sera la squadra di Pavanel affronterà al Nereo Rocco il temibile Feralpisalò di Caracciolo. In palio la finale play-off



Feralpi Salò priva dello squalificato Paolo Marchi nella semifinale di ritorno dei play-off di serie C, in programma il 2 giugno alle 20.30 allo stadio Nereo Rocco di Trieste (una gara affidata alla direzione di Matteo Marchetti di Ostia Lido, supportato dagli assistenti di linea Davide Meocci di Siena e Gabriele Nuzzi di Valdagno nonché dal quarto uomo Riccardo Annaloro di Collegno). I padroni di casa, dal canto loro, ritrovano il centrale difensivo Lambrughi (il capitano è reduce da due turni di squalifica), mentre il suo “socio fisso di reparto” Malomo non è ancora al 100% ed è allertato il valido Codromaz. Pure a centrocampo Beccaro non è al massimo e l'esterno Bariti è uscito acciaccato da Salò.

Così l'allenatore della Triestina, Massimo Pavanel: “La Feralpi è una squadra rodata e con valori, mi aspetto un'altra gara difficile anche al Rocco. Sarà equilibratissima. Abbiamo avuto tre giorni in più per allenarci e far lavorare Malomo”.

E il centrocampista rossoalabardato Demetrio Steffè: “Torneremo in campo per cercare la vittoria come avevamo già fatto mercoledì e come è giusto che sia perchè abbiamo le caratteristiche per poterlo fare. A Salò è stata la partita che ci aspettavamo, in campionato c'erano state due vittorie nostre, ma nei play-off cambia tutto e abbiamo visto una grande Feralpi. Eravamo rimasti fermi quasi un mese, è stato normale avere un calo nella ripresa, ma la partita di andata ci ha fatto mettere benzina nelle gambe in vista del ritorno. C'erano molti tifosi da Trieste e spero, che domenica siano presenti in tanti e ci aiutino a raggiungere il nostro obiettivo. E' una bella sfida aperta, hanno Caracciolo davanti e il nuovo mister ha dato loro un'impronta di gioco e ha inciso sulla mentalità. Noi sappiamo cosa vogliamo raggiungere e daremo tutto. L'importante è aver dimostrato di essere uniti e infatti abbiamo conquistato un buon pareggio. Ora dobbiamo pensare a vincere”.

Un altro rappresentante della mediana triestina, Federico Maracchi, ha avuto modo di affermare: “Se caliamo di intensità, andiamo in difficoltà. Perciò dobbiamo giocare per portare a casa la vittoria, anche perchè questo confronto nei play-off è diverso da quello in campionato. Conta la mentalità”.

Massimo Laudani



 


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 01/06/2019
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,01411 secondi