Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Trieste


TRIESTINA - Per battere il Pisa bisogna metterci qualcosa in più

Domenica va in scena al Rocco la partita decisiva per il salto in serie B. Dopo il pareggio di mercoledì attenzione ai calci di rigore...



Il gol in trasferta non valgono doppio (ad esempio l'andata di mercoledì sera all'Arena Garibaldi/stadio Anconetani terminò 2-2) e il piazzamento al termine della fase regolare del campionato non vale più. Perciò se la Triestina e il Pisa dovessero impattare ancora nel ritorno di una delle due finali promozione di serie C si andrà ai supplementari ed eventualmente ai rigori.
L'Alabarda non avrà ancora il terzo portiere Matosevic (reduce dalla microfrattura ad un dito di una mano), mentre ci sarà il difensore centrale Malomo, rientrato in Toscana e uscito solamente per crampi e non per un infortunio. Nerazzurri antagonisti privi invece dello squalificato Lisi (centrocampista). Arbitrerà uno dei migliori fischietti della categoria – Simone Sozza di Seregno -, che sarà coadiuvato dagli assistenti Giuseppe Perrotti di Campobasso e Antonio Vono di Soverato. Quarto uomo Daniele Paterna di Teramo (che fu l'arbitro di Feralpi Salò-Triestina nella semifinale di andata).

Si giocherà domenica 9 alle 18.30 al Nereo Rocco con diretta gratuita su Rai sport (canali 57 e 58 del digitale terrestre) e – al costo di 3.90 euro – su sporteleven. Aggiornamenti in presa reale sulla pagina facebook della Triestina e diretta anche su radio attività (tramite radio solo a Trieste e audio in streaming sul sito internet della testata giornalistica radiofonica). L'impianto di Valmaura sarà affollato come non si registrava da una vita, andando vicini alla doppia cifra.

Così l'allenatore rossoalabardato Massimo Pavanel: “Il Pisa sta giustificando il fatto di essere in finale per la B. Nel secondo tempo di mercoledì saremmo dovuti andare a cercare il terzo gol con più decisione perché al ritorno il Pisa ha tanti cambi davanti. Sono comunque contento della prestazione di tutti, ora abbiamo cercato di recuperare bene e preparare la gara davanti al nostro pubblico. I ragazzi sono sempre stati bravi a cambiare le cose in corsa, dovevamo solo cercare il terzo gol. Ora dovremo giocarcela davanti ai nostri tifosi e faremo di tutto per strappare la serie B”.

E capitan Alessandro Lambrughi (difensore centrale): “Il risultato positivo di mercoledì ci fa arrivare positivi a questa gara. La chiave sarà sicuramente avere lucidità in tutti i 90' di gioco. Secondo me chi avrà quel pizzico di cuore e lucidità in più, la porterà a casa, anche se è risaputo che nel calcio gli episodi fanno la differenza. Il Pisa ha una rosa folta e ampia soprattutto in attacco, tutti giocatori bravi come i nostri. Noi abbiamo le nostre armi e ce la giocheremo a 360 gradi senza pensare a quanto successo. In casa nostra faremo vedere quanto valiamo. Come a Pisa l'ambiente è stato caldo dalla loro parte, ora l'ambiente sarà caldo per noi e potrebbe essere l'arma in più. Ci stiamo giocando tanto, ne siamo consapevoli e chi mancherebbe che non fossimo compatti”.

Infine il “toro” Rocco Costantino (attaccante): “Tutte e due le squadre sono forti - dallo staff alla rosa – e sono brave a soffrire e a essere compatte. Ora ce la giocheremo in casa nostra. Queste partite le vince chi ci mette qualcosa in più, è limitativo parlare di tecnica e tattica arrivati a questo punto della stagione. Manca una partita e sarà determinante quello che hai dentro a livello di voglia e fame di portare a casa questo sogno. Tutti noi abbiamo lavorato tanto per arrivare fin qui. Giocare a Trieste in una situazione che crea emozioni e sentimento, sarà un punto di forza per noi”.

Massimo Laudani



 


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 07/06/2019
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,01913 secondi