Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Tolmezzo


TENNIS - A Tarvisio un'edizione con i fiocchi

L'evento, inserito nel circuito professionistico Itf e con montepremi aumentato a 25.000 dollari, è in programma dal 24 al 30 giugno. Prima testa di serie la Cristian, speranze azzurre affidate a Stefania Rubini. Nelle qualificazioni anche Chiesa



Una settimana all'insegna delle grandi emozioni in punta di racchetta. Ritorna, in Valcanale, il grande tennis grazie alla quinta edizione della “Città di Tarvisio Cup”, in programma dal 24 al 30 giugno. L'evento, inserito nel circuito professionistico Itf e sponsorizzato dall'azienda Bluenergy, ha alzato l'asticella della qualità, visto che ci sono ben tre atlete nelle prime 250 del mondo. E non è l'unica novità: come preannunciato lo scorso anno, è cresciuto anche il montepremi, ora di 25.000 dollari. Le sfide, come di consueto, sono in programma sui campi in terra rossa di via Atleti Azzurri d'Italia gestiti dal locale Tennis Club del presidente Giuseppe Montanaro.

Dopo tre affermazioni slovene, la “Città di Tarvisio Cup 2018” aveva sorriso alla svizzera, grazie alla vittoria di Lisa Sabino, capace di imporsi con un duplice 6-3 sulla brasiliana Thaisa Grana Pedretti. Entrambe le finaliste non saranno, però, al via da lunedì. Curiosamente, invece, nelle qualificazioni al via dal 24 giugno saranno ai nastri di partenza le trionfatrici delle prime tre edizioni, le slovene Nina Potocnik, Pia Cuk e Manca Pislak.

È RUMENA LA PRIMA TESTA DI SERIE

Il montepremi più ricco ha attirato in Valcanale numerose tenniste di livello. A guidare la pattuglia delle aspiranti finaliste sarà la rumena Jacqueline Adina Cristian, numero 227 della classifica Wta e già finalista in regione al 25.000 di Grado, dove ha ceduto in due set alla slovacca Rebecca Sramkova. Seconda del ranking, invece, sarà l'ungherese Dalma Galfi, 237^ al mondo, mentre a completare il podio delle favorite è la serba Natalija Kostic, alla quale gli organizzatori hanno riservato una wild card. Tra le curiosità, la presenza della veterana magiara Greta Arn, 40 anni, così come quelle della giapponese Chihiro Muramatsu e dell'australiana Jaimee Fourlis.

RUBINI GUIDA LA PATTUGLIA AZZURRA

Le speranze italiane di ottenere la prima affermazione alla “Città di Tarvisio Cup” sono affidate a Stefania Rubini, quinta testa di serie del torneo, accreditata delle posizione numero 309 al mondo. Torna a Tarvisio, dove ha disputato le prime due edizioni della kermesse, l'azzurra Gaia Sanesi, tredicesima favorita del tabellone principale. Attenzione, però, anche a Deborah Chiesa: la trentina, con un best ranking di numero 143 Wta e protagonista anche in Fed Cup, dopo un periodo poco brillante proverà a ripartire dalla Valcanale, dove disputerà le qualificazioni. Fra le altre italiane, fari puntati sulla toscana Tatiana Pieri, classe 1999 e molto promettente, ma anche sulle wild card delle qualificazioni Rubina Marta De Ponti, diciassettenne dalle belle speranze, e Beatrice Lombardo. Ci sarà anche un... pezzetto di Friuli nel tabellone secondario: una wild card è stata assegnata a Gaia Di Paolo dell'Atomat Tennis Udinese.

QUALIFICAZIONI AL VIA DA LUNEDÌ 24 GIUGNO

Il via all'edizione 2019 è fissato per lunedì 24 giugno con il primo turno delle qualificazioni. Il giorno seguente, invece, sono in programma i primi match del tabellone principale. In entrambi i casi, saranno 32 le tenniste ai nastri di partenza.

DOMENICA 30 GIUGNO L'ATTO FINALE

La quinta edizione della “Città di Tarvisio Tennis Cup”, dopo giornate ricche di emozioni e grande livello sportivo, vivrà il suo atto conclusivo domenica 30 giugno alle 10.30 con la finalissima. Sabato 29, oltre alle due semifinali del singolare, è in programma anche la finale del doppio.

IL GRANDE TENNIS È DI CASA IN FVG

Quello di Tarvisio è uno dei quattro appuntamenti di tennis di rilievo in regione assieme ai tornei di Cordenons (maschile con montepremi di 42.500 dollari), Grado (femminile da 25.000 dollari), e quello “combined” della Polisportiva San Primo di Aurisina, che abbina la competizione riservata agli uomini con quella delle donne. L’evento in Valcanale, organizzato dal Tennis Club Tarvisio, è possibile grazie all’impegno degli assessorati a Sport e Turismo della Regione Friuli Venezia Giulia, al Comune di Tarvisio e al Consorzio Bim (Bacino Imbrifero Montano della Drava).

Piero Tononi, già in prima linea nelle varie kermesse regionali, rivestirà ancora il ruolo di direttore del torneo, mentre il giudice arbitro internazionale sarà il ravennate Riccardo Regazzini.

LE ASPETTATIVE DEGLI ORGANIZZATORI

«L'evento sta diventando sempre più rilevante e a trainare l'appuntamento è anche la crescita di tutto il movimento. Il tennis, grazie al contributo di paddle e beach, è il secondo sport a livello di numeri dietro l'inarrivabile corazzata calcio. Speriamo che questo “boom” abbia effetti positivi anche per Tarvisio»: questo il commento del presidente regionale della Fit, Antonio De Benedittis, per la quinta edizione dell'evento tarvisiano. «Aver portato la kermesse a 25.000 dollari – aggiunge – è la testimonianza di come negli scorsi anni sia stato fatto un ottimo lavoro, riconosciuto dalla Federazione che ha deciso di confermare il torneo».

Ad assicurare un importante contributo saranno anche i volontari locali legati al Tennis Club Tarvisio: «La sfida di affrontare un 25.000 sarà ancora più grande - fa notare il presidente Giuseppe Montanaro -, ma le premesse per un'ottima riuscita ci sono tutte. Siamo tutti pronti e carichi per questa nuova avventura, con l'auspicio di riuscire a catalizzare un pubblico più ampio, anche grazie ai turisti già presenti in Valcanale. Fin da ora, ringrazio tutti, dallo staff alla Federazione, passando per le istituzioni e gli sponsor».

Luciano Patat

https://i.imgur.com/pDM4TPo.jpg



https://i.imgur.com/y0M2wYw.jpg


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 23/06/2019
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,02641 secondi