Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Udine


LCFC COPPA FRIULI - Barile: il giusto premio per i miei ragazzi

Il tecnico del Depover commenta la finale ("i Galli ce l'hanno messa tutta, fisicamente è stata una gara assai impegnativa), un torneo immacolato ("otto gare, otto vittorie, quella chiave a Medeuzza"), e lo spirito speciale che anima il Deportivo

 Un successo in Coppa Friuli Lcfc maturato nel secondo tempo per un Depover cha ha studiato a fondo l’avversario prima di affondare i colpi. Avversario comunque ostico, avrebbe potuto riequilibrare il match nella ripresa, prima del definitivo uno-due della squadra guidata da mister Giuseppe Barile, che conferma le nostre impressioni: “Si sono affrontate due formazioni fisicamente preparate e, considerato il caldo, non è stata una gara facile. Alla fine crediamo di aver meritato la Coppa, il nostro portiere Pajer non ha compiuto alcun intervento di rilievo. Ad un quarto d’ora dal termine eravamo ancora sull’1-0 e a quel punto i Galli hanno dovuto scoprirsi per cercare il pareggio e ne abbiamo approfittato per segnare altri due gol. Otto partite e altrettante vittorie in coppa valgono questo trofeo e giocare fino al 29 giugno è il giusto premio per quanto profuso dai ragazzi che solo a vederli giocare riesci a toglierti le soddisfazioni. La svolta è stata a Medeuzza, la gara contro il Corno ShowBiz era quale in cui avevamo sofferto di più, riuscendo a vincere solo 1-0 su rigore. Quando invece riesci a fare i gol con le azioni giuste, tutto va in discesa. Chiaramente se non sei ben attrezzato, è difficile arrivare sino in fondo. Pagelle ai miei giocatori? Più di qualcuno è di alto livello a partire dal portiere Pajer, l’attaccante Fierro di notevole caratura. Da ricordare Bruno, mezzo acciaccato ha giocato oltre un’ora e lo stesso Giacomini, In più erano assenti Andrea De Agostini e Simone Concina. Ho una rosa ampia, non sempre riesco ad utilizzarli tutti ma sono sempre qui da cinque anni agli allenamenti e poi in partita rimangono in panchina. Questo è il Deportivo”.

Prima di lasciarsi andare ai festeggiamenti il mister Barile chiude l’intervento complimentandosi con gli avversari: “Hanno messo in campo tutto quando potevano dare e poi alla fine l’emozione di andare a ritirare la coppa passando in mezzo alle due ali dei Galli che ti applaudono, stile Champion’s League, è una soddisfazione in più per noi tutti. L’organizzazione della Lega Collinare ha avuto successo, rispetto a quella Figc e abbiamo scelto questa competizione, più appassionante con 30 squadre partecipanti. Cosa succederà il 10 agosto? L’ho saputo adesso, dovremmo partecipare ad un torneo in Svizzera, ne parlerò con la squadra, adesso dobbiamo staccare la spina per un po’”.




Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 30/06/2019
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,01946 secondi