Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Udine


BUTTRIO - Rivoluzione viola

Grandi manovre alla società di via del Pozzo presieduta da Paolo Aita. Il compito di allestire la squadra è stato affidato al neo direttore sportivo Gerardo Tosatto, promosso nel ruolo. Dal Centro Sedia arriva mister Cossar e il centrocampista Sela. Squadra giovane costruita da diversi rientranti alla base

Si cambia registro a Buttrio. Volti nuovi non solo in panchina e in campo, ma anche chi dirige le trattative è novello dell’incarico. Nel ruolo di direttore sportivo è stato nominato Gerardo Tosatto, dirigente già attivo ai tempi della gestione Lavaroni e nell’immediato periodo successivo. Il ds ha formalizzato sin da subito l’arrivo del nuovo allenatore, Andrea Cossar, ex Centro Sedia, che ha sposato il progetto della società viola. Lui che predilige lavorare con i giovani, è stato subito accontentato con il rientro a Buttrio di diversi ragazzi che, nella stagione scorsa, non essendo in sintonia con il lavoro del mister, avevano deciso di provare altre esperienze. Sono sette i giocatori tornati all’ovile, a cui si aggiunge Arjet Sela, centrocampista destro, classe ’89, già con mister Cossar lo scorso campionato. Manca ancora qualche pedina, soprattutto in attacco, e il ds Tosatto ci sta pensando. Nel frattempo, ci parla del suo rientro in società.    

“Sono in società da diversi anni – illustra il ds Tosatto - seguivo sempre mio figlio qui al Buttrio, poi quando il compianto presidente Giancarlo Lavaroni si è ritirato dall’incarico, ha lasciato a Meroi, a me a ad altri dirigenti, l’onere di portare avanti quanto di buono aveva tracciato ed iniziato a perseguire. Dopo qualche anno di allontanamento, ho ripreso in tempi più recenti a seguire una squadra giovanile e l’attuale nuovo presidente Paolo Aita mi ha convinto, assieme alle altre due persone con cui avevo incominciato, ad assumere questo incarico. La mia mission – prosegue Tosatto - è quella di creare una squadra con il mio pensiero, ossia riportare a Buttrio i giocatori che si erano allontanati e, soprattutto, a costi contenuti. Ho cercato di allestire una squadra molto giovane, in modo da creare anche possibilità di divertimento sia post partita sia post allenamento, con una sala tv a loro dedicata. Vogliamo creare un gruppo nuovo coeso e ripartire con entusiasmo”. (fp)

https://i.imgur.com/UXhpWL1.jpg



Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 17/07/2019
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,01781 secondi