Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Gorizia


CORMONESE - Gli ambiziosi progetti giovanili di Skokaj e Cecchini

Una raffica di tornei a livello nazionale e internazionale da qui a giugno ideati dal nuovo direttore sportivo Sandro Cecchini. A settembre l’importante torneo “Gol a grappoli” per i pulcini 2009, il clou a giugno. Gli obiettivi del presidente Skocaj sono ben chiari: al top nelle giovanili e categoria più consona al blasone di un club vicino al Centenario (2022) per la Prima squadra

E’ un vulcano di idee il nuovo direttore sportivo della Cormonese, Sandro Cecchini, che ha varato un programma, per il settore giovanile da far venire i brividi e restare a bocca aperta. L’iniziativa più vicina in senso temporale è il 1° torneo "Gol a grappoli” riservato alla categoria Pulcini secondo anno, ossia i nati nel 2009 e hanno già aderito agli inviti della società grigiorossa diverse realtà professioniste quali Stella Rossa, Juventus, Inter, Roma, Lazio, Empoli, Frosinone, Spal, Pordenone, Triestina mentre manca ancora la conferma dell’Udinese. A queste, per formare le 16 partecipanti, si aggiungono Cjarlins Muzane, Cormonese, forse una squadra inglese e un paio ancora da ufficializzare. Il torneo si svolgerà allo stadio “Mian” di Cormons e riserverà molte sorprese agli spettatori con in più attività collaterali. Poi il 21 e 22 settembre la Cormonese presenterà anche la nuova mascotte.

Nei programmi del ds Cecchini ci sono, per questa stagione sportiva, ben otto tornei nazionali e due a livello internazionale, con la chicca per fine giugno di un ulteriore torneo riservato a squadre nazionali dell’ex Alpe Adria. A dicembre poi verrà organizzato un torneo indoor presso il Palazzetto dello sport comunale accanto allo stadio.      
“Dopo aver concluso il camp con l’Ajax, abbiamo deciso di differenziarci aumentando il livello qualitativo della manifestazioni del nostro settore giovanile. Crediamo che confrontarci con realtà professionistiche possa essere fonte di crescita non solo sportiva, ma anche morale e di attitudine per i ragazzi spiega il presidente Marco Skocaj –. E’ un esperimento, un laboratorio grigiorosso come lo definisce il nostro ds Cecchini, per il quale partiamo fiduciosi, sperando di raccogliere risultati non strettamente sportivi, ma di crescita in ambito societario, della cittadina di Cormons e nel modo di approcciare allo sport. Siamo ambizioni, non lo nego, altrimenti tutto questo non avrebbe senso”.

Ovviamente non è solo il settore giovanile a poter trarre giovamento, anche la prima squadra ha un obiettivo da centrare in tempi brevi. “Il nuovo corso è iniziato già l’anno scorso, ora vorremmo coronare il tutto anche con un buon risultato sportivo della prima squadra – si espone così il presidente –, partendo dal buon girone di ritorno dello scorso campionato. Abbiamo aggiunto dei tasselli per cercare il salto di qualità per portare la Cormonese nelle categorie che più si avvicinino al blasone della società. Nel 2022 festeggeremo il centenario di fondazione e vorremmo farlo con il settore giovanile al top e la squadra maggiore a poter  esprimere quei valori che i nostri tecnici cercano di insegnare ai giovani. Faremo di tutto per realizzare questo ambizioso progetto e per realizzarlo abbiamo bisogno dell’importante collaborazione degli sponsor e di chi ci sta vicino, in primis la famiglia Zanutta, ma non solo quella. Noi però – chiosa il numero uno Skocaj – dobbiamo lavorare sodo e seriamente per meritarci la fiducia degli sponsor”.

A concludere questa presentazione delle attività grigiorosse, il ds Cecchini segnala: “La Cormonese ha in programma delle partecipazioni a tornei all’estero, in particolare a Parigi, Londra, Belgrado e probabilmente anche a Madrid. Tornerà da noi anche il guru dell’Arsenal Francis Tardioli, già al “Mian” nel gennaio scorso per una tre giorni d consigli ai giovani virgulti cormonesi. Siamo stati invitati a partecipare ad amichevoli con il Cittadella, Carpi, Venezia e Bologna”. 

https://i.imgur.com/uckzRYW.jpg



Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 10/08/2019
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,02039 secondi