Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Pordenone


COPPA SERIE D - Parodi morde, il Chions passa di forza

La doppietta del bomber ligure assieme ai centri di Franciosi, Basso e Urbanetto sigillano il passaggio del turno per i crociati di Zanuttig. Al San Luigi non basta un buon primo tempo per limitare i danni

CHIONSSAN LUIGI 5 – 1
Gol: pt. 12’ Parodi; st. 2’ Franciosi, 6’ Parodi, 10’ Basso, 41’ Vittore, 45’ Urbanetto

CHIONS – Ceka, De Cecco, Piani (st. 39’ Contento), Vingiano, Pratolino, Deana, Acampora (st. 21’ Novati), Basso (st. 35’ Toso), Parodi (st. 9’ Urbanetto), Franciosi, Miotto (st. 15’ Tagliavacche). All. Zanuttig

SAN LUIGI – D’Agnolo, Jaznezic (st.4’ Giovannini), Bertoni, Male (st. 17’ Vittore), Villanovich, Caramelli, De Panfilis (st. 24’ Abdulai), Di Leonardo, Ciriello (st. 26’ Mazzoleni). Carlevaris, Disnan (st. 15’ Lombardi). All. Sandrin.

ARBITRO: Menozzi di Treviso.

NOTE: Angoli 5 – 7. Ammonito Villanovich (San Luigi). Spettatori crica 300. Recupero 1’ e 3’
 
Vince e diverte il nuovo Chions di Andrea Zanuttig. Prove di bel gioco, di schemi e di tecnica. Segna il cecchino Parodi, arrivato dalla Liguria con lo score di quasi un gol a partita, che conferma la media mettendo a segno una doppietta in 54’ minuti, prima di lasciare il posto a Urbanetto. Giocatore spesso lontano dal gioco, ma lesto e rapido a raccogliere qualsiasi assist per dare continuità al proprio score. E’ un Chions in progressiva maturazione a livello d’intesa con Vingiano uomo ovunque e il giovane Basso ragazzo di superba capacità polmonare e agonista di razza, pronto a far legna e riproporsi. In occasione del gol, morde gli avversari fino a guadagnarsi il possesso palla e involarsi verso D’Agnolo per poi trafiggerlo.
Ceka, Deana, Vingiano e Parodi costituiscono la nuova colonna vertebrale dei gialloblù e tutto è ancora da affinare, con Tagliavacche subentrato a mezzora dalla fine ancora da scoprire. La coppia di centrali composta da Deana e Pratolino regge bene, in attesa del perfezionamento del tesseramento di Incorvaia,
Il San Luigi esce con le ossa rotte, anche se nalla prima frazione si era fatto apprezzare e aveva raccolto almeno due ottime occasioni. Prima del gol di Parodi una diagonale di Bertoni aveva fatto la barba al palo e successivamente al gol, Carlevaris aveva gestito male un pallone all’interno dell’area deviato fortunosamente da un difensore di casa. Il gol del 1-0 è una perla di Vingiano, che vede la proiezione di Parodi e lo trova con un preciso lancio sulla corsa del nr. 9. Controllo a proseguire nei pressi di D’Agnolo in uscita disperata e palla sotto il corpo. La gara rimane vivace il San Luigi prova a farsi strada, ma è quasi sempre respinta dalla retroguardia pordenonese.
La gara si infiamma ad inizio irpresa, dove il San Luigi, in preda alle ossessioni, capitola tre volte in otto minuti. Franciosi calpesta l’erba verde del Tesolin con assoluta libertà, fino allo stoccata vincente. 2 -0. Al 6’ palla scippata da Vingiano che penetra in area avversaria e pennella un assist impossibile sbaglaire per Parodi, che da due passi centra il tris. Il San Luigi barcolla, perde fiducia e gli alfieri di Sandrin si smarriscono, dando a Basso la possibilità di calare il poker. La gara cala, il caldo e la fatica, oltre al risultato segnato fanno il resto. Urbanetto appena entrato prova a iscriversi nel tabellino e ci riesce allo scadere su calcio di rigore. Novati parte a ridosso della linea di centrocampo, fanno una quarantina di metri e si presenta davanti a D’Agnolo con il portiere che blocca l’attaccante, ma ancora la punta si rialza e si reimpossessa del pallone e nel momento di girarsi trova l’opposizione fallosa di Caramelli che lo atterra. Dagli undici metri Urbanetto spiazza il portiere. In precedenza i verdi adriatici avevano accorciato le distanze con l’ex Vittore, imbeccato dal vivace Lombardi. Chions ammesso al primo turno di Coppa dove sabato incontrerà il Cjarlins Muzane in trasferta, mentre per il San Luigi quindici giorni per rimurginare sugli errori e sulle dinamiche di una Serie D che si prospetta durissima da trattenere.  

https://i.imgur.com/lrLRiA4.jpg



Print Friendly and PDF
  Scritto da Gianpaolo Leonardi il 18/08/2019
 

Altri articoli dalla provincia...



SECONDA A - Troppa grazia Vigonovo

Due episodi cambiano la partita a Vigonovo, un cartellino rosso e un rigore fallito dagli ospiti fanno pendere la gara a favore dei locali che legittimano la vittoria.Dopo pochi...leggi
15/09/2019
















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,01478 secondi