Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Gorizia


REG. C - I pali del Domio, i rigori di Mirabelli. De Castro: super

I commenti di allenatori e dirigenti sulla quarta d'andata svoltasi ieri pomeriggio. Vescovo: "E' stata dura". Fortunato: "Bel primo tempo, potevamo essere più concreti"

Maurizio Giacomin (allenatore del Domio): “Una bella squadra contro una squadra sicuramente buona. Risultato fondamentalmente giusto, anche se noi abbiamo colpito due pali e creato qualcosa d'altro sotto-porta”.

Mauro Molinari (dirigente dell'Aquileia): “Il risultato può andare bene, ma non abbiamo disputato una bella partita. Dopo tre prestazioni con i fiocchi abbiamo pagato qualcosa a livello mentale, risentendo anche del sintetico”.

Fabio Grillo (allenatore della Terenziana Staranzano): “Qualche segnale di miglioramento c'è stato a mio modo di vedere, ma c'è ancora molto da fare. Veniamo dai provinciali e si vede la differenza di passo, il Tolmezzo aveva un buon ritmo. E' dura al momento, però sono sicuro che cresceremo”.

Daniele Pacorig (dirigente dell'Isonzo San Pier): “Bisogna migliorare in certi aspetti caratteriali, ad esempio a fine partita i ragazzi si sono appellati al fatto che abbiamo preso tutti e tre i gol su rigore. Ma solo uno poteva essere generoso, gli altri due sono arrivati su nostre disattenzioni”.

Gabriele Gorenszach (allenatore dell'Ol3): “Si è giocato abbastanza bene, ma speriamo di migliorare. Siamo stati un po' meno concreti sotto porta. Tripletta di capitan Mirabelli su tre rigori, però una vittoria di rigore...”.

Federico Giavon (dirigente della Pro Romans/Medea): “Ne avevamo 19 e perciò bene, la squadra ha lottato e peccato perciò essere stati battuti. I ragazzi hanno reagito anche dopo i gol incassati e pure dopo l'essere accusata alla mezz'ora della ripresa per un fallo da ultimo uomo, che non era tale. Poi siamo riusciti a segnare con una bella punizione di Cumin al sette”.

Maurizio De Castro (allenatore del San Giovanni): “E' arrivato il primo punto al termine di una partita bellissima. Ci sono state tante occasioni, ma le due squadre non le hanno concretizzate e perciò è finita 0-0”.

Cristiano Grisi (dirigente del Sevegliano/Fauglis): “Il San Giovanni avrebbe meritato a livello di occasioni, ma anche noi ne abbiamo avute un paio nel finale e abbiamo temuto, che chi sbaglia paga..., è andata bene e pian pianino cresceremo”.

Stefano Michelutti (direttore sportivo del Sant'Andrea San Vito): “Loro hanno giocato meglio, noi abbiamo avuto delle difficoltà, anche perchè avevamo a disposizione solo uno degli attaccanti e perciò fatichiamo a concretizzare il gioco. E se si va sotto, non è facile risalire. Con i giovani è così”.

Fabrizio Vescovo (staff tecnico del Kras Repen): “Onestamente è stata dura contro una bella squadra, noi abbiamo avuto delle difficoltà contro la loro prestanza. Noi ci abbiamo messo volontà, aggressività e voglia, ci abbiamo creduto e siamo riusciti a vincere”.

Claudio Fortunato (ds Tarcentina): “Primo tempo tutto a favore della Tarcentina e abbiamo sbagliato un paio di gol. Seconda frazione alla pari, ma ai punti meglio noi”.

Lorenzo Biasin (allenatore in seconda dello Zaule Rabuiese): “Il pareggio sarebbe stato più giusto, abbiamo creato tanto, anche se pure loro qualcosa l'hanno avuto in attacco. Abbiamo un po' di rammarico per aver preso le reti su rigore e su un autogol".

Massimo Laudani


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 06/10/2019
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,02314 secondi