Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Udine


LCFC INFERNO - San Daniele e Warriors un pareggio agrodolce

Diverse contestazioni da parte udinese. Finale arroventato. Arbitro in difficoltà

Un pareggio di difficile valutazione poiché talune decisioni del direttore di gara hanno condizionato l’esito della gara di questa prima giornata del girone Inferno della Lcfc.

Nel primo tempo i “guerrieri” giocando con il nuovo modulo impostato da mister Attilio Pesenato, impediscono al San Daniele di sviluppare trame di gioco efficaci. Dopo una serie di fuorigioco, quantomeno dubbi, fischiati da un arbitro sempre troppo lontano dall’azione, i Warriora passano in vantaggio con il bomber Bianchin, lesto ad anticipare sul primo palo incornando un cross dalla destra. La reazione del San Daniele non crea apprensioni alla difesa degli ospiti tranne un’ottima conclusione dalla lunga distanza splendidamente deviata in corner dal baluardo Culin. Alla mezz’ora i Warriors fraseggiano a centrocampo servendo palla a Bianchin nella parte sinistra dell’area, pronta convergenza verso destra e palla all’incrocio dei pali.
Il San Daniele reagisce ma non riesce ad essere pericoloso mentre gli ospiti, agendo di rimessa, realizzano il terzo gol con Parola, che conclude in rete un magistrale assist di Bianchin tra due difensori. L’arbitro però annulla tra lo stupore generale per un fuorigioco “intuito” da 20 metri di distanza.
Allo scadere del primo tempo la squadra di casa dimezza le distanze sugli sviluppi di una punizione dal limite destro dell’area dopo un evidente fallo ai danni del portiere ospite, che rimane a terra dolorante, Pidutti insacca a porta vuota. L’arbitro manda tutti negli spogliatoi soprattutto per placare le veementi proteste degli ospiti.

Nel secondo tempo il San Daniele, aiutato da forze fresche, si spinge all’arrembaggio nella forsennata ricerca del pareggio impensierendo più volte un impeccabile Culin. A dieci minuti dalla fine l’arbitro non si accorge di una deviazione della difesa in corner su un incursione in area dei guerrieri ed assegna la rimessa dal fondo. Dalla ripartenza fulminante, il San Daniele riesce a trovare il pareggio con Londero.
In pieno recupero l’arbitro annulla un altro gol per fuorigioco, sicuramente dubbio, ai padroni di casa, a mo’ di compensazione di tutti gli errori commessi nei confronti degli ospiti.


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 08/10/2019
 

Altri articoli dalla provincia...







UISP CSI - Nulla è ancora deciso sui campionati

Mentre la Lega Calcio Friuli Collinare ha già ufficializzato il “rompete le righe” con l’annullamento della stagione 2019/20 e la Figc sta cercando di capire come, se, e con che modalità concludere questo campionato sui camp...leggi
20/04/2020


LCFC - Proroga sospensione fino al 15 aprile

Il consiglio direttivo della Lcfc del 31 marzo ha deliberato di prorogare la sospensione dell’attività già in essere, fino al 15 aprile 2020. Il Consiglio si è inoltre riservato ogni altra decisione in ...leggi
01/04/2020

LCFC - Nessun comunicato, occhio alle bufale

Purtroppo ci sono ancora diverse persone che definirle “imbecilli” è poco quando diffondono notizie prive di fondamento o del tutto false, le cosiddette “fake news” e chi le divulga è passibile di den...leggi
16/03/2020

ANCONA DUE - Peressotti: proseguire sarà dura

E' un periodo duro per tutta la nazione dal quale purtroppo, anche a livello calcistico, si fatica a vedere una via d'uscita. Qualsiasi manifestazione sportiva è stata bandita per contrastare la minaccia Coronavirus ed il rischio ch...leggi
12/03/2020

UISP - Preoccupano le incongruenze del Dpcm

L’Uisp tiene a sottolineare la propria responsabilità sociale circa le misure adottate per contenere l'emergenza epidemiologica del Covid-19. La salute, in particolare la salute pubblica, come diritto e bene primario per ogni ...leggi
05/03/2020







Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,31284 secondi