Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Udine


LIVON - Applausi a Pighin e Bivi. Il Rivignano c'è, che cuore l'Aurora

Il tecnico dei nerazzurri ieri ha visto la sua squadra confermarsi a spese del Basiliano e oggi l'undici di Remanzacco rallentare la corsa della quotata Fulgor. La morale? Questo campionato (girone B di Prima categoria) sarà uno dei più tosti degli ultimi anni

Il campionato di Prima, girone B, s'annuncia come uno dei più tosti e combattuti degli ultimi anni. Lo conferma anche Peter Livon, allenatore di un Rivignano che ieri, in uno dei 2 anticipi, ha piegato 3-1 il Basiliano, cogliendo la seconda affermazione di fila dopo quella sul Lavarian Mortean. Ora i nerazzurri a quota 8 punti e imbattuti (due vittorie e altrettanti pareggi) inseguono insieme a Colloredo e Grigioneri la lepre Venzone, salita a 10 punti. 
Livon sottolinea: "Sia il Basiliano che abbiamo affrontato ieri, sia l'Aurora che ho visto oggi battagliare con la Fulgor, sono squadre che dimostrano che tipo di campionato si va profilando, ossia formazioni in grado di rendere dura la vita a quelle attrezzate e costruite per inseguire il salto di categoria. Ecco perché ai miei ragazzi, dopo i primi 2 pareggi, ho fatto presente con forza che in campo bisogna mettercela tutta dal primo all'ultimo minuto, senza pause e approcci soft. La strigliatina è stata ben compresa e recepita nel modo giusto: siamo cresciuti di intensità e contro il Lavarian Mortean e il Basiliano sono arrivate due vittorie. Ieri direi che abbiamo badato al sodo, forse non siamo stati così belli da vedere, ma abbiamo fatto quello che andava fatto per aver ragione di una formazione agguerrita, che si deve salvare e che però propone anche elementi di esperienza e di categoria superiore. Aggiungo che rispetto all'anno scorso ho a disposizione una rosa più ampia, che mi sta permettendo di gestire i numerosi infortuni di varia entità che ci hanno colpito, riempiendo l'infermeria". 
A livello individuale Livon applaude Luca Pighin, autentico trascinatore della sua squadra: "Ci sta dando molto non solo con la sua velocità, ma anche a livello tecnico. E ieri, tra l'altro, ha segnato un fantastico gol da centrocampo: ha visto il portiere fuori dai pali e di collo pieno ha tirato una bomba, spedendo il cuoio in rete. Quella di Luca è stata un'autentica prodezza". 

Oggi Peter Livon era presente a Godia durante Fulgor - Aurora: "La Fulgor ha confermato di essere squadra quadrata, forte in ogni reparto, costruita insomma per disputare un campionato di vertice. Chi mi ha sorpreso in positivo però è stata l'Aurora, che specie nel secondo tempo ha corso tantissimo, gettando sul piatto della bilancia una prova straordinariamente generosa; i rossoblù ci hanno messo il cuore e sono stati premiati dall'1-1 finale". 
Livon si è goduto la prestazione sontuosa di Sonny Bivi (gol su punizione, dribbling ma anche tanto aiuto ai compagni per un giocatore che non finisce di entusiasmare) e ha assistito al rigore che al 93' Veneruz ha calciato sul palo della porta ospite, lasciando ovviamente la squadra di Nicola Trangoni con il rammarico per una vittoria che sembrava poter arrivare, sia pure per il rotto della cuffia. La Fulgor ammirata nel primo tempo, comunque, è tanta roba. 


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 06/10/2019
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,04990 secondi