Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Udine


PRO CERVIGNANO - Il presidente Tellini: voliamo bassi

Già in carniere 10 punti dei 40 stimati dal numero uno cervignanese per ottenere la salvezza. Nel frattempo i gialloblù sono al vertice dell’Eccellenza guidati sapientemente dal totem Giovanni Tortolo. I giovani? “Di ottima prospettiva, stanno maturando” afferma Tellini

Il successo ottenuto dalla Pro Cervignano al “Bearzot” sulla Pro Gorizia è una grande soddisfazione per il presidente Giorgio Tellini il quale però spegne subito i facili entusiasmi della classifica. “Noi guardiamo principalmente alla salvezza, anche se è prematuro, ma prima arriviamo ai 40 punti e meglio sarà. Ora ne abbiamo già dieci e raccolti con tre gare esterne, un buon cammino dei ragazzi e di tutto lo staff. Abbiamo già fatto una parte dell’impresa ma ora continuiamo a volare bassi e con i piedi ben piantati per terra”.

La trasferta di Gorizia era particolarmente da lei temuta, è andata invece tutto bene.
“La partita cadeva in un momento difficile, mi aspettavo di trovare una Pro Gorizia affamata con la legge dei grandi numeri a loro favore, ma li ho visti un po’ sotto tono sebbene abbiano dei giocatori importanti in squadra. Siamo stati bravi e tranquilli noi con un partita accorta. Alla vigilia avrei messo firma sapendo fosse andata così. Sono tre punti pesanti per noi e, all’opposto anche per loro”.

A Gorizia due anni fa avete vinto la Coppa Italia sempre contro la Pro.
“Era una serata fredda ma piacevolissima, poi loro hanno vinto la partita di campionato e sono saliti in Eccellenza. Ma noi guardiamo all’attualità, alla mia squadra, allo staff, al quale diciamo sempre che non esistono squadre invincibili e basiamo la nostra sulla determinazione, sulla voglia, la passione, perché ogni partita è una battaglia leale per cercare di vincerla. Ed è una soddisfazione poi farlo come ieri a Gorizia, un successo dedicato anche a tutti i nostri dirigenti, soprattutto a quelli nelle retrovie, che lavorano con passione ogni giorno per volontariato a mandare avanti la società. E ciò viene ripagato con queste importanti vittorie”.

Parliamo dei fuoriquota, ce ne sono dei bravi a Cervignano?
“Premesso che tutta la rosa, di 22-24 elementi, sono all’altezza tale da poter cambiare formazione senza indebolire uno o l’altro reparto, i nuovi ragazzi del 2002 sono di ottima prospettiva, ma anche gli altri fuoriquota sono bravi e seri e stanno maturando Ed è di poche ore fa la decisione di mister Tortolo di voler seguire al giovedì anche un gruppetto di questi giovani che hanno accettato ben volentieri”.

E adesso incombe l’impegno di Coppa.
“Sarà un’impresa molto difficile, il Fagagna è squadra tosta e all’andata il punteggio di 3-1 gli sta anche un po’ stretto. Certo, siamo ancora in corsa, nulla è scontato nel calcio ma sarà dura. Dobbiamo far giocare anche chi ha avuto minor minutaggio e far rifiatare qualcun altro. Partiamo svantaggiati ma di sicuro non andremo a Fagagna per fare una passeggiata. Se poi passeranno loro il turno, tanto di cappello”. (f.p.)


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 07/10/2019
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,01646 secondi