Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Gorizia


PRIMA C - Bandini sta trovando la quadratura del giovane Isonzo

L’inizio di stagione è stato balbettante, ma ora la situazione è in miglioramento. Esame di maturità nella trasferta insidiosa di Gonars. Il ds Cragnolin mette sull’attenti i ragazzi: “Occorre avere la massima concentrazione per portar a casa punti da queste partite”. Il 16 novembre grande festa per il compleanno numero 90 del club

Dopo un avvio un po’ stentato, l’Isonzo ha messo insieme due vittorie consecutive importanti per il morale in primis, ma anche per una classifica che stava diventando difficile. Per capire questo inizio di stagione, nel girone C di Prima categoria, un po’ traballante lo abbiamo chiesto  al ds Michele Cragnolin: “Le difficoltà derivano dall’avere una rosa rinnovata con tanti giovani tra il ’99 e 2002 e con un paio del ’97 ed in più con due assenze importanti di lunga degenza. Sono infortunati il centrocampista Nicolas Carli per una distorsione al ginocchio rimediata nello scorso finale di stagione e l’attaccante Mattia Fabris operatosi a luglio al crociato. Per lui si prospetta un rientro per le ultime partite, alcuni mesi prima Carli. Con queste premesse l’inizio di campionato è stato deludente a livello di punti, non invece per il gioco e qualità dimostrata. Mister Sergio Bandini sta compattando e formando al meglio il gruppo e, dopo queste due vittorie, sembra aver trovato la quadra. Certo, i punti sono pochi ma il nostro obiettivo di questa stagione è la salvezza”.

Dopo le due vittorie a Gradisca e in casa con la Gradese, si avvicina la trasferta insidiosa di Gonars, temuta dal direttore sportivo biancazzurro: “Arriva nel momento peggiore, dopo le due vittorie c’è il rischio che i ragazzi, proprio per una minore esperienza, possano sottovalutare l’avversario. In queste partite occorre avere la massima concentrazione per portar a casa punti e vincere vorrebbe dire avere una classifica più confortante”.

E il sabato successivo ci sarà grande festa a San Pier d’Isonzo in occasione del 90° di fondazione. “Abbiamo scelto questa data, il 16 novembre non avendo riscontro esatto sul giorni effettivo di fondazione, ma solo dell’anno 1929. Per quel sabato anticiperemo il derby con il San Canzian ma i festeggiamenti saranno preceduti dal taglio della torta e da una mostra fotografica nella sala consigliare del Municipio e la serata si concluderà con un convivio fra amici, sostenitori e vecchie glorie”.  

https://i.imgur.com/itHarQZ.jpg


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 06/11/2019
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,01383 secondi