Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Tolmezzo


PROMO A - Match col Pertegada: la posizione del Tolmezzo

Pubbolichiamo la nota stampa del club rossazzurro sulla vicenda della gara sospesa per maltempo domenica con i carnici avanti 2-0

In un comunicato stampa che pubblichiamo il Tolmezzo interviene sulla gara di domenica con il Pertegada, sospesa dopo 30' per maltempo sul 2-0 per la formazione carnica

Alla luce delle polemiche emerse dopo la gara di domenica contro il Pertegada, richiamate da un articolo sul portale internet Friuligol.it, la dirigenza rossazzurra esprime la sua opinione che è la seguente. Al di là di come ognuno possa valutare la novità del regolamento sulla ripresa dell'incontro dal risultato e dal minuto esatto di sospensione, ipotizzare che una squadra possa "subire volontariamente un paio di gol" per riportare il match "a condizioni di parità" appare alquanto bizzarro. La sfida di domenica al "Fratelli Ermano" è incominciata con la consapevolezza di tutti che il terreno di gioco era in buone condizioni nonostante la pioggia e il vento; il direttore di gara ricordiamo ha l'esclusiva competenza nel decidere l'avvio o meno della gara, così come per la sospensione. Le difficoltà nel disputare il match, al di là del vento a favore o contro, le hanno provate entrambe le formazioni e i gol segnati dal Tolmezzo sono arrivati per merito degli stessi calciatori carnici o per demerito degli avversari. Di condizioni meteo di questo tipo del resto, la storia dei campionati regionali è piena di precedenti e il Tolmezzo lo ha provato più volte sulla propria pelle, non ultimo lo scorso campionato con le diverse sfide disputate a Trieste o sul Carso, con la Bora che non ha dato tregua. Un tanto per dovere di verità e chiarezza”.


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 07/11/2019
 

Altri articoli dalla provincia...








Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,01846 secondi