Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Pordenone


UNDER 15 ELITE - Pro Fagagna, giornata no. Il Fontanafredda domina

Netta vittoria (3 gol per tempo) per la formazione di Ghedini, che piega i rossoneri, apparsi non all'altezza delle precedenti prestazioni...

Dopo le recenti convincenti prestazioni che avevano detto di una Pro Fagagna Under 15 in salute e in crescita, ecco arrivare come banco di prova la trasferta di Fontanafredda, avversario temibile che aveva perso di misura contro le due “corazzate” Donatello e Manzanese e, quindi, appariva deciso a salire in classifica approfittando del turno casalingo.
La Pro Fagagna perde per indisposizione il centrale difensivo Zanor e propone al suo posto Munaretto che va ad affiancare il capitano Gasparini. Pronti via e i bianchi di Fontanafredda iniziano a giocare in velocità e con grande determinazione. I rossoneri sono un po' sulle gambe e sembrano non reagire alle avanzate avversarie che giocano con disinvoltura dialogando con estrema facilità. Mister Blasutti alza spesso la voce, probabilmente nel tentativo di svegliare i suoi ragazzi che sembrano letteralmente in balia degli avversari, che giocano a tutto campo e pressano sui portatori di palla fagagnesi costringendoli spesso all’errore.
I pordenonesi di mister Ghedini sono più in palla e giocano di squadra con trame veloci aggredendo i centrocampisti di Fagagna che non riescono a uscire dalla propria metà campo, sembrano come impauriti e nervosi ed infatti ecco che arriva il vantaggio del Fontanafredda che sfrutta bene un cross e una dormita delle difesa rossonera: Muranella di testa non perdona. Ci si aspetterebbe una reazione ed invece il Pro Fagagna oggi stranamente lento e impacciato, si potrebbe dire irriconoscibile, non riesce a confezionare nemmeno tre passaggi tre di fila e viene schiacciato nella propria area dalle sortite avversarie che vogliono evidentemente chiudere il match. Ci provano i centrocampisti dei collinari a reggere il confronto con gli avversari ma si capisce subito che non è giornata e i lanci per le punte Perulli e Cinello sono sempre preda della difesa del Fontanafredda che riparte di slancio e su una bella azione, partita dalla destra in velocità, trova il raddoppio meritato grazie alla gran conclusione di Chiarotto.
I rossoneri non riescono a reagire, sembrano un pugile alle corde. I passaggi sono quasi sempre preda dei bianchi di Fontanafredda che non corrono mai veramente un pericolo. Un paio di iniziative di Burelli vengono fermate efficacemente dagli attenti difensori pordenonesi che riescono sempre a trovare giocate pericolose senza strafare e giocando in maniera semplice e scolastica. Molto dubbio il calcio di rigore che potrebbe chiudere la gara dopo 25′ concesso per un fallo in area. La punta però si fa parare il tiro da Giovanatto, abile ad intuire sulla sua destra il tiro angolato. La Pro Fagagna tenta timidamente con Banaj di manovrare e rendersi pericolosa in avanti ma non è veramente giornata e i tentativi vengono vanificati dagli attenti difensori avversari che ripartono sempre con rabbia e velocità mettendo in grande difficoltà i rossoneri che a 3 minuti dal termine capitolano per la terza volta: punizione di Rovedo, palo, irrompe Mastromarino ed è gol.

La ripresa si apre con tre sostituzioni. Pitussi entra al posto di Giovanatto in porta, Mossenta esce per un problema al tallone e anche Perabò viene sostituito e al loro posto entrano in campo Bruno e Garofolo. La musica non cambia e purtroppo in campo si vede quasi solo il Fontanafredda che gioca in scioltezza forte del consistente vantaggio. Si gioca molto a centrocampo e i rossoneri non riescono praticamente mai a tirare in porta mentre gli avversari controllano e tentano la giocata in profondità con manovre elementari ma veloci, soprattutto agendo sulle fasce. Un paio di cambi nei pordenonesi e poi ecco che anche i fagagnesi inseriscono Moschino, Pontelli e Pischiutta, nel tentativo di dare una scossa inserendo forze fresche, ma beffardo arriva il 4-0 ancora con una bella azione corale dei bianchi pordenonesi conclusa da un'imperiosa inzuccata di capitan Muranella.
Questo gol taglia definitivamente le gambe ai ragazzi di Fagagna che non hanno punte da inserire (in attesa di recuperare Liessi e più in la Di Biaggio...) e ormai sembrano demotivati e privi di idee, un paio di discrete iniziative in avanti sono però preda del portiere avversario che non corre mai un reale pericolo nell’arco di tutta la gara. La formazione di Fontanafredda gioca in scioltezza e trova altri due gol (Runko in contropiede e Zancai con una conclusione a giro) prima della fine della partita che si chiude con un solo minuto di recupero. Una Pro Fagagna oggi troppo brutta per essere vera, lontana parente della squadra che aveva cosi ben impressionato nelle ultime gare e capace di fermare Trieste e Cjarlins/Muzane e sfiorare l’impresa di pareggiare anche con la Manzanese.
Una giornata storta da archiviare subito e con la testa proiettarsi già a domenica prossima per una delicata trasferta a Trieste contro il San Giovanni, penultimo, in uno scontro diretto che può valere moltissimo in chiave salvezza.


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 11/11/2019
 

Altri articoli dalla provincia...




FIGC - Domenica stop ai campionati

Niente campionati giovanili regionali domenica 17 novembre. Lo ha stabilito il Consiglio direttivo del Comitato regionale della Figc in considerazione delle copiose precipitazioni cad...leggi
15/11/2019















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,02453 secondi