Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Pordenone


SERIE D - Belluno terra di conquista anche per il Cartigliano

L'undici dell'ex Ferronato con un gol per tempo mette il dito nelle attuali difficoltà della squadra di Stefano De Agostini

BELLUNO - CARTIGLIANO 0-2
Gol
: 5’ pt Rossi (C), 44’ st Mattioli

ITAL-LENTI BELLUNO Busti**, Vuolo**, Gava***, Quarzago*, Benedetti, Petdji, Spencer  ****(1’ st Lucheo*), Bertagno, Corbanese, Salvadego, Masoch (28’ st Comi). In panchina: 12 Dan***, 13 Fabiane**, Olivotto***. Allenatore: Stefano De Agostini

CARTIGLIANO Pozzato**, Girardi*, Rossi***, Pregnolato, Pellizzer, Zanella, Murataj, Appiah, Marcolin, Mattioli (45’ st Moretto), Ronzani*** (28’ st Michelon**). In panchina: Pellanda***, 13 Romagna*,14 Belardinelli***, 15 Zacchia***, 17 Minuzzo***, 19 Mc Cutchen**, 20 Cecconello. Allenatore: Alessandro Ferronato.

ARBITRO: Di Francesco sez. di Ostia Lido.

NOTE: Pomeriggio nuvoloso, temperatura di 12 gradi, terreno in buone condizioni, spettatori 500 circa con rappresentanza ospite. Ammoniti: Lucheo, Salvadego, Zanella Corner 5-5. Recupero: pt 1’, st 4’.
Under a referto gara: *’99, **’00, ***’01, ****’02.

Belluno. Tempi duri e classifica che si fa decisamente grigia per il Belluno 1905 di Stefano De Agostini. Il Polisportivo di piazzale Resistenza è ormai diventato terra di conquista per gli avversari di turno e l’anticipo ha segnato il terzo tracollo gialloblù. In precedenza vi erano passati da vincitori il Cjarlins Muzane e il Campodarsego dell’ex Tony Andreucci e nel pomeriggio si è rivelato la via-card che richiama il primato sul cammino del Cartigliano di Alessandro Ferronato, presente nelle vesti di ex, e ricordato con affetto dagli sportivi gialloblù. Un Cartigliano con tanta gamba e fiato da spendere, davanti a un Ital-Lenti Belluno fragile e vulnerabile nei due esterni bassi, Vogli e Gava. E’ un’anteprima della 14^ giornata che si fa subito in salita per i gialloblù di De Agostini privi dell’esterno Mosca.
Al 5’ il Cartigliano rompe gli indugi su palla inattiva: sul piazzato dal settore destro scodellato da Appiah, la difesa dolomitica, soprattutto i due esperti centrali Benedetti e Petdji, perde di vista l’ingresso sul secondo palo del giovanissimo Rossi (2001) che di testa insacca il cuoio alle spalle di Busti e firma la sua prima rete in serie D. L’undici dolomitico subito il gol manifesta una parziale reazione ma il pressing abbozzato da Bertagno e compagni si rivela sterile e improduttivo. Zanella, Pregnolato e Pellizzer nelle retrovie bassanesi, oltretutto frenano sul nascere le movenze di “cobra” Corbanese ingabbiato e troppo isolato per lasciare il segno. Il dinamismo del Cartigliano si è fatto vedere sentire in più occasioni, ma la band di Ferronato ottenuto il vantaggio ha badato a congelare ogni sortita offensiva di casa per conservare il pallino del gioco. Una gara che il Belluno a referto con solo 16 uomini col passare dei minuti non ha mai saputo far levitare nel forcing, salvo evidenziarlo nella seconda parte della ripresa con l’avanzamento dell’uomo più qualitativo e muscolare, Petdji. Ma il Cartigliano con la solida cerniera del centrocampo ha saputo articolare un ottimo filtro applicando con costanza il raddoppio di marcatura, un contenimento che ha precluso i corridoi al rilancio dolomitico sventando anche il minimo pericolo per i pali dell’ex Pozzato.
Nel finale il Cartigliano sul calo e la resa morale dell’ Ital-Lenti ha collezionato il bis con un astuto e veloce ribaltamento dell’azione articolata dal contropiede di capitan Mattioli: l’ispiratore del gioco vicentino si è involato palla al piede sulla e dal limite ha sfoderato lo shot è andato a infilarsi sul 2° palo e decretato la sostanziosa affermazione, all’inglese, degli azzurri di nuovo leader per 24 ore al pari del Campodarsego. Ora è attesa la risposta dei biancorossi di Andreucci.           


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 16/11/2019
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,02716 secondi