Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Udine


SERIE D - Il Villafranca dà... Strada al Cjarlins: 4-3!

Tripletta di Kabine, contropiede di Gubellini e la formazione di Moras piega i veronesi dopo una battaglia piena di gol, rigori, proteste ed emozioni

CJARLINS MUZANE - VILLAFRANCA VERONESE 4-3
Gol: 15' Kabine (rig.), 19' Ambrosi (V); 49' Kabine (rig.), 52' Gubellini, 59' Strada, 62' Franchini, 81' Kabine

CJARLINS MUZANE: Sourdis, Zuliani (dal 17’ st Pez), Facchinutti, Tobanelli, Fabbro, Migliorini, Gubellini (dal 44’ st Muela Sako), Dussi (dal 17’ st Ndoj), Kabine (dal 40’ st Zigon), Longato, Bussi. All. Moras

VILLAFRANCA: Martello, Ambrosi (dal 3’ st Righetti), Capanna, Foroni, Bortignon, Maccarone (dall’11’ st Camilli), Franchini (dal 39’ st Zanetti), Dentale, Strada, Bertaso (dal 14’ st Polo), Cannoletta (dal 24’ st Vicentini). All. Adami

ARBITRO: Verrocchi di Sulmona. Assistenti: Lorenzo Concari (Parma) e Davide Rignanese (Rimini).

NOTE - Ammoniti Fabbro, Migliorini, Ndoj (C), Ambrosi, Dentale, Zanetti (V); angoli 3-4. Recupero 2’ e 5’.

Carlino - La spunta il Cjarlins Muzane al termine di una vera e propria battaglia da far girare la testa, con 7 gol, 3 rigori, proteste a volontà ed emozioni fino all'ultimo. Contava vincere e alla fine vittoria è stata, facendo leva sul cuore, la grinta e anche un pizzico di fortuna, quella mancata magari in altre occasioni. Così la squadra di Moras festeggia il neo-papà Nicola Tonizzo, che ha segnato con Marisa il gol più bello, Tommaso. Il centrocampista non c'è e deve dare forfait anche il malconcio Spetic. Moras schiera in mezzo Migliorini, Dussi e Longato, Gubellini, Bussi e Kabine devono offendere, gli esterni sono Zuliani e Facchinutti, i centrali difensivi Tobanelli e Fabbro spianati a protezione della saracinesca Sourdis. In panchina insieme al totem Calligaro e a Zigon si siede Ndoj, attorniato da ben 6 "fuoriquota", Cignola, Lugnan, Pez, Turchetti, Ruffo e Muela Sako.
Sull'altro fronte è il nuovo tecnico Adami che prova a riportare sulla reatta via il Villafranca Veronese.
E gli ospiti fin da subito sembrano ben sintonizzarsi sulle frequenze di un match condizionato dal terreno di gioco pesante e nel quale è difficile ricamare.
Al 5' Strada innesca Franchini per il primo campanello d'allarme che suona. Replica Dussi ma la fucilata non trovalo specchio. E' Strada l'uomo più pericoloso del Villafranca. Al 13' il Cjarlins passa: palla rubata a centrocampo, Bussi accende il turbo, Ambrosi lo affronta in area, l'arbitro concede il penalty tra le proteste ospiti, Kabine trasforma.
Il vantaggio dura poco perché la formazione di casa si fa infilare sugli sviluppi di un corner: pennella Strada, Ambrosi si fa perdonare l'episodio del rigore incornando l'1-1.
La partita prosegue equilibra, con il Cjarlins maggiormente propositivo: le minacce sono portate ancora da Dussi e dallo sganciamento di Fabbro, mentre sull'altro fronte in chiusura di frazione è Bertaso a chiamare in causa Sourdis.
Ripresa: Moras non cambia nulla, l'undici friulano colpisce duro ancora dal dischetto: Kabine si procura con mestiere il penalty e lo trasforma stavolta col brivido, perché Martello intuisce la traiettoria e sfiora il cuoio. Gli ospiti non ci stanno, si buttano in avanti, ma vengono battuti dal contropiede finalizzato da Gubellini che porta sul 3-1 la formazione di casa. Non è finita però perché dall'altra parte c'è Strada, un giocatore di vaglia: il satanasso va a segno con una mezza rovesciata da applausi e poi si procura il rigore, che Franchini sfrutta per il 3-3 che gela il Della Ricca, per altro abituato a colpi di scena in serie.
Va in difficoltà il Cjarlins e Sourdis deve respingere il colpo di testa di Foroni, una pugnalata che poteva essere mortale. Invece, stavolta il copione scritto dagli dei del calcio è dolce per l'undici di Moras, che a 9' dalla fine trova il gol partita: punizione defilata concessa per un fallo di Righetti, Kabine calcia forte, Martello la respinge quando il pallone ha già superato la linea di porta.
Si vive il match col cuore in gol fino all'ultimo ed è Sourdis a blindare il prezioso e sofferto successo dicendo di no a Bordignon. E' 4-3 per la creatura di patron Zanutta, che balza a quota 24 punti in classifica, al quarto posto con Clodiense e Legnago. In zona Champions League...

https://i.imgur.com/Mrmj9sG.jpg

https://i.imgur.com/5vIGCAM.jpg

https://i.imgur.com/mqErT8o.jpg

https://i.imgur.com/QR5ryEX.jpg


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 17/11/2019
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,01890 secondi