Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Gorizia


UFM - Lugli: preoccupa la tribuna, non la squadra

Il comune sta lavorando per renderla più funzionale. La squadra si sta impegnando con le proprie forze e il massimo dirigente ne è soddisfatto. “Qualche risultato positivo in più ci sarebbe stato utile ma accettiamo il responso del campo. Il recupero? Approvo la scelta del 6 gennaio”

Non è la posizione di classifica, seppur discreta, a crucciare il presidente dell’Ufm Rodolfo Lugli, ma la situazione delicata della tribuna principale off-limits per sopravvenuti problemi strutturali. L’amministrazione comunale di Monfalcone sta venendo incontro alla gloriosa società come illustra lo stesso presidente: “Il comune sta mettendo mano alla tribunetta metallica, al tempo della serie D riservata alla tifoseria ospite, installando una copertura e un’ulteriore scala per accedervi. Verrà anche montata accanto una tensostruttura da adibire ad intrattenimento post gara delle squadre e dei tifosi poiché non sono sufficienti i due attuali chioschi provvisori. Il tutto dovrebbe esser ultimato per fine dicembre”.

Se la parte logistica riserva qualche preoccupazione, non c’è invece sul lato agonistico seppur qualche piccolo rammarico Lugli ce l’ha: “Qualche risultato positivo in più ci sarebbe stato utile ma accettiamo il responso del campo.  Il campionato è molto livellato con tante belle squadre e ogni domenica ci sono sfide interessanti i cui esiti non sono mai scontati. Sangiovanni? I gol li fa ma tutta la squadra si sta impegnando compreso lo staff tecnico. Lavoriamo per migliorarci con le nostre forze, consci dei validi avversari che troveremo sulla nostra strada”.

Domenica si riprende dopo la sosta forzata con il recupero nel giorno dell’Epifania e su tale scelta il presidente è concorde: “Premesso che hanno fatto la scelta giusta sospendere tutto domenica, ho sin da subito avvisato i ragazzi della possibilità di recuperare in un giorno festivo e così è stato. Era da escludere il 29 dicembre, tanti optano per il ponte, ma il 6 gennaio lo trovo adatto. Giocare di mercoledì non lo vedo proponibile, è un grosso problema, soprattutto per chi lavora o studia, sia di pomeriggio sia di sera. E lo posso affermare avendo disputato partite di coppa e anche questo mercoledì dovremo andare a Udine fra tante difficoltà. Decidere non sarà stato facile ma approvo questa scelta”.


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 19/11/2019
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,03470 secondi