Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Gorizia


TERZA B - Il Mossa si dà una mossa. Prima vittoria

Quattro squilli di tromba e la formazione goriziana lascia anche il fanalino di coda proprio agli udinesi. Doppietta di Dilena e centri di Fedel e Callegaro fanno arrivare i primi tre punti tutti assieme. Foscolini: “Siamo senza attaccanti di ruolo, toccherà ai centrocampisti far gol”

E’ arrivata l’ora in cui anche il Mossa ha potuto festeggiare il primo successo in campionato, ottenuto nel recupero casalingo dell’ottava giornata, battendo il San Gottardo per 4-0, lasciando così il fanalino agli stessi udinesi, in comproprietà con l’Alabarda.

Sblocca la gara Dilena calciando in rete da fuori area un traversone a rientrare, poi Fedel raddoppia approfittando di un pallone vagante in area e di piatto insacca all’angolino.

Nel secondo tempo, sugli sviluppi di un angolo di Beltramini, svetta di testa Dilena a fa tris. Falliscono altri gol i giocatori del Mossa ma arriva il poker, siglato da Callegaro, dopo un malinteso fra portiere e difensore friulano.

Finalmente soddisfatto il vice presidente del Mossa Ettore Foscolini per il primo successo ottenuto dai biancazzurri: “Oltre ai quattro gol abbiamo sprecato altre occasioni per aumentare il bottino. Già domenica avevo visto la squadra maggiormente pimpante nonostante la sconfitta contro un avversario di valore qual è il Real Cussignà. In questo momento siamo senza attaccanti veri, Valentino e Londra hanno preferito rientrare al Castions ed ora toccherà ai centrocampisti andare in gol. Speriamo di poter continuare il cammino intrapreso questa sera sin da domenica prossima. Il San Gottardo? Ha lottato finchè è riuscito a farlo, hanno diversi giovani 2001 e 2002 e in campo c’era anche un 2003 e questo gli fa onore”.   


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 28/11/2019
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,01995 secondi