Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

INCHIESTA - Quanto spendono gli italiani per il calcio

Dalla Serie A alle altre categorie. Una passione capace di muovere l’economia nazionale: gli italiani e il calcio

https://i.imgur.com/GGdp80M.jpg

Lo sport, e il calcio in particolar modo, viene sempre concepito come una pura e semplice passione, capace di attrarre l’interesse e l’attenzione di generazioni e generazioni, da sempre, a partire dalle prime esperienze pratiche fino allo sviluppo di un vero e proprio amore verso un team, una squadra, un giocatore in particolare.

Il calcio, in particolar modo, ha ispirato film, opere d’arti e canzoni, e non a caso è nella top list delle discipline sportive più amate e seguite dagli italiani, fin ai suoi esordi.

Pur vero è che il calcio, re degli sport in Italia, ha anche delle importanti ripercussioni economiche sulla nazione, legate all’indotto che gira intorno al settore, il quale comprende un panorama di professionisti piuttosto ampio, e non riconducibile soltanto ai giocatori e ai coach più in vista.

L’industria del calcio, infatti, stando alle ricerche di settore - in questo caso il Report della Figc, in collaborazione con Arel e PwC - soltanto nella stagione 2017-2018 ha superato i 3,5 miliardi di introito, con una crescita percentuale di ben 6 punti rispetto alla stagione precedente.

Vediamo, nello specifico, le singole voci di tale successo:

  • La serie A ha aumentato la produzione del 5,7 per cento
  • I diritti tv si accaparrano un terzo dei ricavi generali, nonostante il mercato altalenante e le flessioni relative
  • I ricavi connessi agli ingressi allo stadio sono in crescita del 22,4 per cento, con un picco rilevante nel caso della serie A
  • Le attività commerciali e i vari sponsor fanno registrare una crescita relativa di oltre 9 punti percentuali

Ma non soltanto le squadre blasonate si conquistano l’amore e la fiducia degli appassionati dato che, sempre secondo il suddetto rapporto, la crescita media in termini di affluenza allo stadio riguarda anche la serie B (+5,8%) e la serie C (6,5%), nonché i campionati dilettantistici: si tratta di un fenomeno talmente importante che ha fatto sì che molte strutture sportive locali siano state poste al centro di programmi di ammodernamento, in modo da ospitare le gare e il pubblico nel migliore dei modi.

Non solo l’ingresso allo stadio: altri modi per dire “sì” al calcio… e alle sue varianti

Ma, come si è visto, la passione per il calcio non si ferma alla tifoseria all’interno dello stadio.

Il rapporto di cui sopra parla anche di altri aspetti economici rilevanti per il settore, come ad esempio il merchandising, con una crescita del 19 per cento delle vendite degli articoli ufficiali nel periodo di riferimento, tra magliette e gadget vari.

Bene, come si è detto, anche per la salute dei diritti Tv e per un altro importante settore investito, di riflesso, dall’amore per il calcio degli italiani: ovvero quello delle scommesse.

La raccolta delle scommesse sul calcio nel 2018 è stata infatti di 9,1 miliardi di euro, con un gettito erariale di ben 211 milioni di euro.

Non mancano anche le slot machine a tema calcio, anche nelle varianti internazionali del football e del soccer, e sono molti, ad esempio, a utilizzare un bonus di benvenuto da LeoVegas Casino per accedere a giochi come “Football:Champions Cup” o “Football 3x3”.

Quando la passione diventa social, da Facebook a Instagram

https://i.imgur.com/GBWYGdu.jpg

Il rapporto menzionato non poteva non tenere conto del nuovo fenomeno dei social, che hanno coinvolto anche i tifosi delle varie squadre, indipendentemente dalla categoria, nonché le stesse società calcistiche. Secondo il Report PwC infatti, soltanto il profilo della Federazione calcistica contava, al momento dell’indagine, quasi 5 milioni di fan su Facebook, e oltre un milione di follower su Twitter, oltre a 1.850.400 seguaci su Instagram e ben 56 milioni e oltre di visualizzazioni su Youtube.

 Il successo web, di certo, è fortissimo per i club calcistici più importanti, grazie anche ai profili e al seguito dei singoli calciatori.

Per quanto riguarda i club di altre serie, se è vero che i tifosi continuano ad aggiornarsi costantemente tramite i siti specializzati nel calcio, è pur vero anche che i social network riescono a garantire una sorta di fidelizzazione ulteriore, con la possibilità, ad esempio, di postare delle foto in diretta dalle partite, degli aggiornamenti sulle stesse  e magari anche qualche considerazione.

ll tutto nel nome della squadra del cuore, blasonata o meno che sia.


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 01/12/2019
Tempo esecuzione pagina: 0,02330 secondi