Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Gorizia


PRIMA C - E' la giornata degli 1-1. Gonars, primo punto

In ben quattro gare è prevalso il medesimo punteggio di una rete per parte. Zarja e Santamaria ne approfittano. Triestini secondi e friulani a +7. Gradese frenata dal Domio alla Schiusa. Botta e risposta fra Sangiorgina e Aquileia. Ism non sa più vincere. All’Ufm manca Sangiovanni ma un altro San Giovanni gli fa la festa

E’ sempre più Santamaria al termine della 12ª giornata caratterizzata da ben quattro risultati identici di 1-1 e di ciò ne ha approfittato la formazione di mister Chiarandini aumentando di una lunghezza il proprio vantaggio sulla prima inseguitrice, ora lo Zarja. Si era illuso il San Canzian (14) di poter riuscire a fermare la lepre quando all’intervallo si era sull’1-1 con la rete di Aristone per i bisiachi e Antonutti per i padroni di casa. I quali nella ripresa fanno capire chi è la più forte e chiudono la gara con i gol di Benzar e Pivetta.   

Frena il Ruda (21) sul proprio terreno, il Mariano (15), squadra abbonata ai pareggi esterni, questo il quarto, impone l’1-1 ai gialloblù con Pellizzzari ad impattare, nel secondo tempo, la rete iniziale di Turchetti. Per tal motivo il Ruda viene sorpassato al secondo posto dallo Zarja, corsaro nel derby triestino con la Roianese. Partita intensa terminata con la vittoria dei biancorossi di mister Roviglio per 4-3. Passano per primi in vantaggio i bianconeri poi, nella ripresa lo Zarja, ora salito a 22 punti, ribalta e porta a casa i tre punti. A rete per i padroni di casa due volte il giovane Shala e una Menichini. Per i ragazzi di Basovizza prima pareggia Barnobi, poi firmano Cepar, ancora Barnobi e Zucchini. I vicini di casa del Domio (15) tornano dalla laguna con un punto, colto sul campo della Gradese (20) al termine di un incontro concluso 1-1 grazie alla marcatura di Lapaine. Per la truppa di Novati fa centro Riccardi. Mamoli raggiunti in classifica dal San Giovanni che ha rispedito a casa l’Ufm con due gol sul groppone. Monfalconesi privi del puntero Sangiovanni squalificato non hanno trovato la via della rete, cosa invece fatta dai rossoneri triestini nell’arco di dieci minuti a metà ripresa con Cramersteter e Ruzzier, salito a 12 centri personali. Cantierini in acque non limpidissime come San Canzian e Isonzo, ma quest’ultimi si sono inseriti nel terzetto delle bisiache dopo aver battuto al “Furlan” il Mladost (17) nell’anticipo di sabato. A decidere il derby è stato Venier con Cappai a farsi parare da Cantamessa il rigore del possibile raddoppio.
Giornata da dimenticare per la squadra di Doberdò, così come lo è per l’Ism, capace di non vincere per il quinto turno consecutivo e far fare bella figura al Gonars, al suo primo punto incamerato. Biondo porta in vantaggio i gradiscani che poi si siedono sugli allori e consentono a Pez di pareggiare. Nel finale il palo di Marega decreta una giornata no per l’undici di mister D’Odorico, inguaiandosi nella zona play-out a 11 punti. Gli stessi dell’Aquileia uscita dal “Collavin” con un punto contro una Sangiorgina (12) bloccata dagli azzurri nel primo tempo e ripresasi nel secondo dopo esser stata punzecchiata dal gol di Fedel. Il pareggio arriva poco dopo con Marangoni.

Livio Nonis


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 01/12/2019
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,02055 secondi