Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Pordenone


SERIE B - Episodi negativi, Pordenone impallinato

Sconfitta per 2-0 sul campo del Pisa. Palo di Strizzolo. Espulso Tesser per proteste

PISA - PORDENONE 2-0
Gol: pt 9' e 19' Marconi

PISA (4-3-1-2): Gori; Birindelli, Aya, Benedetti, Lisi; Verna, De Vitis, Pinato, Gucher; Minesso (dal 31'st Siega); Masucci (dal 40'st Fabbro), Marconi (dal 31'pt Moscardelli). A disp. D'Egidio, Perilli, Verna, Marin, Sibilio, Liotti, Ingrosso, Asencio. All. D'Angelo.

PORDENONE (4-3-1-2): Di Gregorio; Almici(dal 28'st Monachello), Camporese, Barison, De Agostini; Misuraca (dal 10'st Chiaretti), Burrai, Pobega; Gavazzi; Strizzolo, Ciurria (dal 21'st Candellone), A disp. Bindi, Stefani, Vogliacco, Semenzato, Pasa, Mazzocco, Zanon, Bassoli. All. Tesser.

ARBITRO: Di Martino di Teramo

NOTE: angoli 9 a 2 per il Pordenone. Ammoniti Pobega, Misuraca, Masucci, Almici e Birindelli. Espulso l'allenatore del Pordenone Tesser per proteste e Pinato per gioco falloso. Spettatori 7.397 per un incasso di 80.584 euro
 
Arena Garibaldi nuovamente amara per il Pordenone. Per la terza volta i ramarri escono dal rettangolo toscano con zero punti; era successo il 12 aprile 1959 (Serie C) il 22 maggio 2016 (Playoff serie c)  e si ripete questa sera. Il Pisa sfrutta gli episodi con due reti di Marconi, la prima di notevole fattura e la seconda per un grave errore dei neroverdi. Non è certamente stato uno dei migliori Pordenone dell’anno, come non lo è stato nella zona mediana con Burrai quasi impalpabile, PObega farraginoso e Misuraca troppo timido, ma le occasioni per evitare la sconfitta le ha create, ma non le ha sapute sfruttare. Per questo la vittoria del Pisa non stona, si conferma squadra rocciosa, generosa e agonisticamente sempre presente. Tesser ritrova Burrai dopo la squalifica per l’espulsione di Chiavari, ma il metronomo sardo fatica a trovare intensità e posizione in campo, anche per il gran lavoro di MInesso che lo talpina in lungo e in largo. Al 9’ i neroazzurri pisani passano: Gucher mette un traversone all’interno dell’area dove svetta Marconi che incorna in maniera perfetta eludendo anche il tuffo di Di Gregorio. Al 15’ splendida triangolazione del Pordenone che consente a Strizzolo di trovarsi davanti a Gori, ma la conclusione a giro dell’attaccante friulano si infrange sul palo.  Tre minuti dopo il Pisa mette le mani sul match, Manconi zoppicante si trova la palla dopo un errore in disimpegno di Gavazzi e un rimpallo favorevole e batte il portiere friulano in uscita. Tesser impreca per la poca attenzione dei suoi. Il Pisa corre, lotta, arriva costantemente prima sui palloni e presidia con ordine tutte le parti del campo. Il Pordenone non demorde, prova a rimettersi in carreggiata ci prova ancora con Strizzolo, ma il tiro da buona posizione del bomber viene smorzato. Al 2 della ripresa miracolo del portiere Gori che smanaccia in angolo una deviazione di Camporese su cross di Burrai, diretto all’incrocio. Si susseguono gli angoli, ma non è serata per i colpitori di testa neroverdi, ci provano ancora Gavazzi e Strizzolo ma la porta sembra stregata. Altra occasionissima per i friulani al 38’ : Benedetti respinge con il corpo una conclusione a botta sicura di Chiaretti su assist di Strizzolo. Tesser inveisce contro l’arbitro e si becca il cartellino rosso. Serata da dimenticare ma che non cancella quanto di buono sta scrivendo la truppa del presidente Lovisa, che rimane nonostante lo stop al secondo posto in attesa della sfida di domenica sera (ore 21) contro il Crotone.


Print Friendly and PDF
  Scritto da Gianpaolo Leonardi il 02/12/2019
 

Altri articoli dalla provincia...






SACILESE - Il grande ritorno di Matteo Zusso

Dopo una lunga ed estenuante trattativa la Sacilese ha messo a segno un gran colpo con la firma sul modulo di tesseramento di Matteo Zusso, centrocampista dell’87 con il vizietto del gol. ...leggi
02/07/2020


SPAL - Brichese e Mazzapica i primi arrivi

I primi due arrivi ufficiali in giallorosso sono astati già presentati nella sede della Spal Cordovado. Si tratta dell’estremo difensore Alessandro Mazzapica, classe 2002, formatosi nelle giov...leggi
02/07/2020


LND - Serie D e C femminile maglie personalizzate

I numeri di maglia personalizzati nei dilettanti sono già autorizzati ma finora si limitavano appunto a mantenere quel determinato numero scelto per tutta la stagione. Dalla prossima, e solo per la serie D, oltre al...leggi
29/06/2020


PORDENONE - Con l'Entella in dubbio Misuraca

In serie B la terza tappa dopo la ripresa agonistica post-coronavirus (trentunesimo turno totale) riporta il Pordenone allo stadio triestino “Nereo Rocco”, già utilizzato per la sfida con il Venezia. I r...leggi
28/06/2020


IPOTESI 1 - Eccellenza, 20 squadre o due gironi?

Avere un girone unico di 20 squadre è intrigante e molto competitivo, ma allo stesso momento dispendioso in fatto di un maggior numero di gare e relativi costi, considerando anche alcuni turni infrasettimanali. Al momento le indicaz...leggi
28/06/2020


SERIE D - Obbligo giovani, scelto il piano B

Il Dipartimento Interregionale ha svolto nei giorni scorsi una consultazione telematica fra le società iscritte sull’utilizzo dei giovani “fuoriquota” da utilizzare per la stagione sportiv...leggi
27/06/2020



Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,40455 secondi