Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Udine


ECCELLENZA - A Manzano sfida dai 2 volti. La Pro Fagagna ha 7 vite

E' il rigore trasformato da Ostolidi nel recupero del primo tempo a innescare la rimonta rossonera. Manzanese avanti 2-0 con merito, poi lievitano gli ospiti. Paolucci: "Complimenti ai ragazzi, hanno disputato un'ottima prova"

MANZANESE - PRO FAGAGNA 2-2
Gol: 20' Craviari, 42' Roveretto, 45'+2' Ostolidi (rig.), 74' Tommaso Domini

MANZANESE: Buiatti, Bonilla, Duca, Nastri, Cudicio, Bevilacqua, Msafti (Cestari), Tacoli, Kuqi (Specogna), Roveretto, Craviari. A disposizione: Malusà, Cramaro, Vuerich, Hadzic, Michelutto, Delle Case, Corvaglia. AllenatoreFabio Rossitto.

PRO FAGAGNA: Tusini, Coslovich, Ermacora, Deanna, Righini, Iuri, Pinzano (Rigutto), Ostolidi, Domini Simone (Frimpong), Di Fant, Domini Tommaso (Nardi). A disposizione: Bertoni, Braidotti, Andriulo, Greca, Del Piccolo, Dri. AllenatorePino Cortiula

ARBITRO: Mazzoni di Prato (De Prato di Udine e Bressan di Gradisca d'Isonzo).

Una gara dai due volti, quella andata in scena ieri sera a Manzano tra due delle corazzate dell'Eccellenza. Due volti e un unico canovaccio tecnico-tattico: il fraseggio della Manzanese e il gioco scarno ma efficace della Pro Fagagna, che si è affidata ai lanci lunghi e alla velocità degli attaccanti per scardinare la difesa di casa. Ne è venuto fuori un 2-2 che conferma le qualità delle formazioni di Rossitto e Cortiula, anche se il doppio vantaggio che gli arancione si sono conquistati non può non lasciare un velo di amarezza sull'esito della partitissima, che invece diventa, se vista con gli occhi dei rossoneri, una mezza vittoria, a certificare i valori agonistici e di squadra di una Pro Fagagna dalle 7 vite. 
L'episodio chiave diventa così il calcio di rigore che nel recupero del primo tempo l'arbitro Mazzoni della sezione di Prato concede agli ospiti in svantaggio 2-0: Ostolidi lo trasforma (seconda rete in 2 due turni per il genialoide di Cortiula), riducendo il divario a un soffio dall'intervallo. E' la rete che rianima Tusini e soci, e che toglie certezze a Nastri e compagni. 
Si comincia con Corvaglia da una parte e Nardi dall'altra in panchina. Il primo tempo è di marca Manzanese, gli orange costringono la Pro Fagagna a starsene sulla difensiva grazie al fraseggio e all'intensità; logica conseguenza appaiono le reti di Craviari al 20' a coronamento di una azione corale, e di Roveretto al 42', con l'atomico Marco che s'invola in contropiede sul filo del fuorigioco e, giunto a tu per tu con Tusini, batte l'ex di turno. 
Al 47', ecco il calcio di rigore di cui si è detto, che cambia anche psicologicamente l'inerzia della sfida. C'era, non c'era? Diciamo che si poteva dare.
Nella ripresa la Pro Fagagna entra in campo con maggior incisività, pur se sul piano del gioco non muta copione; sono poche le occasioni concesse da entrambe le difese, ben registrare, poco dopo la metà della frazione è Tommaso Domini a battere Buiatti impattando sul 2-2 la contesa. 
Nel finale la Manzanese si riversa in avanti, ma nonostante un paio di opportunità interessanti il risultato non cambierà più. 
Il dg degli arancione, Alessandro Paolucci, vede comunque il bicchiere mezzo pieno: "La squadra ha disputato un'ottima partita contro un'avversaria di notevole caratura; è chiaro che sul 2-0 si spera di vincerla, resta però la prestazione, e quindi mi sento di fare i complimenti ai ragazzi per quello che hanno dato in campo. Ora dobbiamo recuperare le forze perché domenica ci aspetta un'altra battaglia e un Fiume Bannia assolutamente da non sottovalutare".  


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 05/12/2019
 

Altri articoli dalla provincia...





IL PERSONAGGIO - Puddu, una scelta di cuore

Alcuni giocano e “cantano” con i piedi. Ma spesso sono le teste, quelle come la sua, a fare la differenza. Soprattutto quando sei al bivio di una sterzata di vita niente affatto semplice. Emanuele...leggi
10/08/2020





TERZO - Sette arrivi per sette partenze

Lavori in corso per il Terzo, costruito dal ds Matteo Brach, che ha dovuto far fronte ad un numero importante di addii. Sette cessioni, rimpiazzate da altrettanti acquisti, lasciano intatto il valore della...leggi
07/08/2020









Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,24083 secondi