Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Pordenone


PRIMA A - Ragogna sprecone e il Sarone lo punisce

Vidoni si mangia un paio di gol, ne realizza uno ma non basta. La squadra di casa, tosta e sorniona aspetta il momento giusto per colpire ed affondare un ottimo avversario. Mister Rosso: “Abbiamo dimostrato di poter puntare ai play-off”. Il ds Pegolo: “Ci esprimiamo al massimo, siamo caparbi e con ciò è arrivata la vittoria”

Dopo lo 0-0 di domenica, il Sarone Caneva torma a vincere sul campo di casa battendo, nel recupero della 10ª giornata del girone A di Prima categoria, il Ragogna per 2-1 e portandosi, temporaneamente, al secondo posto in classifica.
Si fa più volte minaccioso il Ragogna dalle parti del portiere di casa ma non concretizza le ghiotte occasioni create, la più clamorosa con Vidoni. E’ invece il Sarone Caneva ad andare a rete con Frara, spedendo in porta, in spaccata da dentro l’area ed indisturbato, un traversone su calcio di punizione dalla trequarti di Pezzutto. Dieci minuti dopo Vidoni si fa perdonare con un’azione personale incuneandosi tra due difensori e scaricando in rete il pallone del pareggio a fil di palo.
La ripresa vede le due squadre cercare reciprocamente di passare in vantaggio e creano altre occasioni. Vidoni ha quella buona davanti al portiere ma spreca calciando a lato. Ad una decina di minuti dal termine, un rinvio errato del portiere ospite, mette in movimento l’ex Aviano Ros, entrato nel secondo tempo, il quale non perdona e sigla il 2-1 mandando il Ragogna in ginocchio.

La legge del calcio colpisce ancora, vince chi fa gol e sbaglia meno e dagli errori il mister del Ragogna Raffaele Rosso spera di trarne giovamento: “Spero possa servirci per crescere, la squadra è giovane e può maturare. A livello di gioco non mi è dispiaciuta, abbiamo dimostrato di poter puntare ai play-off. Purtroppo non meritavamo di uscire sconfitti dopo aver fallito 4-5 occasioni nitide di cui due a porta praticamente vuota. Il Sarone è stato cinico a punirci su nostre due disattenzioni difensive. Peccato, rialziamo la testa e andiamo avanti”.

Soddisfazione in casa Sarone Caneva per questo successo, per la determinazione con cui i giocatori scendono in campo e il ds Davide Pegolo esprime parole di elogio: “Tutta la squadra si sta esprimendo al massimo, siamo un gruppo unito e devo solo ringraziare i giocatori, sperando di continuare con questo cammino. Abbiamo vinto contro uno degli avversari più forti visti sinora, fanno girar bene la palla, sono giovani e di buona prospettiva e il primo tempo è stato di marca ospite. Noi siamo migliorati nella ripresa, creando occasioni, rischiando però di subire il loro vantaggio, fortunatamente l’attaccante ha calciato sul fondo solo davanti al nostro porrtiere. Ma non abbiamo mai mollato e da squadra tosta e caparbia, è arrivato il gol vincente con un tiro da fuori area all’angolino di Tommaso Ros”.  


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 05/12/2019
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 1,51405 secondi