Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Gorizia


LCFC OVER 40 - I diavoli in vetta. Ciurdas infilza il Medea

La formazione di San Daniele, con un solo attaccante disponibile, riesce a tenere a bada Montina e Milan. Isontini in numero risicato, offrono buon calcio ma cedono alla distanza. Un pasticcio difensivo e sulla frittata ci sono i prosciuttai

Per la nona giornata del campionato Over 40, girone Inferno, sul sintetico di San Daniele si affrontano la capolista Medea e la seconda della classe, le Vecchie Glorie di San Daniele. Partono subito forte i padroni di casa, con azioni tambureggianti, ma piuttosto sterili in fase realizzativa anche a causa della difesa del Medea, che concede ben poco agli attaccanti di casa, oggi orfani del bomber Londero, squalificato, e di Simeoni, indisponibile. Al 20’ però si fa notare l'unico attaccante sandanielese, Masini, che, decentrato sulla sinistra, dai venticinque metri lascia partire una delle sue bordate in controbalzo. La palla si abbassa improvvisamente e sembra destinata in rete, ma Avian compie un miracolo e devia in corner; bravi tutti e due! Scampato il pericolo, il Medea si riorganizza e prende le misure ai prosciuttai, giocando la palla in modo armonico, con belle trame, servendo con precisione i due temibilissimi attaccanti Montina e Milan, che si battono su ogni pallone, ma la retroguardia locale non concede loro neanche un tiro in porta.

Nel secondo tempo le squadre continuano ad offrire un piacevole calcio fatto di passaggi precisi e creando situazioni pericolose, senza però mai arrivare alla conclusione. I sandanielesi però vogliono vincere e, anche grazie alle sostituzioni effettuate, prendono un leggero sopravvento e, prima con Masini (altra grande parata di piede del portiere), poi con Ciurdas, al quale Avian dice ancora di no, creano i presupposti per il vantaggio. Al 20’, su calcio d'angolo battuto da Degano con traiettoria lunga, la difesa pasticcia, la palla arriva sui piedi di Ciurdas che, da pochi passi, insacca di sinistro per l’1-0. Ora è il Medea ad attaccare ma non riesce a concludere con precisione nello specchio della porta, tranne che alla mezz’ora, quando Prevedini, da sinistra, calcia una punizione molto insidiosa che Nobile è bravo a bloccare a terra. Le forze cominciano a mancare e il Medea non ha più cambi a disposizione, essendo in formazione “ridotta”, perciò il San Daniele, nonostante qualche affanno, può gestire l’1-0 fino al termine. Si può concludere affermando che si sono affrontate due ottime squadre le quali, sicuramente, lotteranno fino alla fine. Il San Daniele torna comunque in testa alla classifica, in attesa dei recuperi.


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 11/12/2019
 

Altri articoli dalla provincia...











UISP - Variazione recuperi

A parziale modifica di quanto pubblicato nel precedente articolo riguardo ai recuperi del campionato Over 40 Uisp, si rende noto che la st...leggi
12/02/2020





FIGC A - Esplode il fattore campo

Fattore campo a gambe all’aria nel girone A degli amatori Figc in questo primo sabato di febbraio con tutte quattro vittorie esterne che, di fatto,  non modificano l...leggi
02/02/2020



Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,02317 secondi